Dopo le ‘sagre del programma’, sarà scritta dal basso anche la legge sulla partecipazione

Appuntamento il 2 aprile a Foggia alla presenza del presidente Emiliano. “Riavvieremo un percorso, che si propone di essere un itinerante laboratorio di partecipazione e di democrazia diretta”

Durante la sagra del programma

Dopo le sagre del programma che hanno caratterizzato la campagna elettorale del presidente Emiliano e del centrosinistra, la rete civica si riattiva e rilancia una serie di iniziative itineranti in tutta la Puglia, per costruire la ‘Legge sulla Partecipazione’ e contribuire a definire azioni e strategie su provvedimenti principali dell’azione del governo regionale. Si parte sabato 2 aprile presso la sala Silvestar di viale Virgilio a Foggia, alla presenza del presidente della Regione Michele Emiliano e degli assessori.

L’evento è aperto a tutti, a partire da coloro che hanno partecipato alle Sagre del Programma. Il filo conduttore di tutti gli appuntamenti sarà rappresentato dalla proposta di legge regionale sulla Partecipazione popolare. La Rete della partecipazione ha raccolto in poche settimane già un migliaio di adesioni, attraverso la pagina facebook “Dalle Sagre al Futuro”.

Per iscriversi all’incontro del 2 aprile basta inviare una email retedellapartecipazione.puglia@gmail.com. L’iniziativa è autofinanziata, su base volontaria, dagli stessi partecipanti. Durante la mattinata, dalle 9.30 alle 13.30, saranno attivati tavoli di lavoro su diversi ambiti programmatici, tra i quali: Partecipazione - Ambiente, politiche energetiche e piano rifiuti - Politiche giovanili e sport - Agricoltura - Cultura e turismo - Legalità - Rigenerazione Urbana e Territorio. Le conclusioni saranno affidate al Presidente Emiliano. Interverranno anche i comitati Stop Trivelle impegnati per il SI al referendum del 17 aprile, di cui la Puglia è promotrice insieme ad altre 8 regioni.

­­­

Il presidente della Regione Michele Emiliano, che ha fatto della partecipazione la cifra del metodo del suo governo, sostiene l’iniziativa e apre l’evento a tutto il centrosinistra, con una lettera di invito inviata a tutti i consiglieri regionali della coalizione. “L’esperienza virtuosa delle Sagre del Programma che ha coinvolto oltre tremila pugliesi in un percorso di partecipazione inedito, si rinnova e si evolve, parallelamente alla costruzione della legge regionale sulla Partecipazione, di cui abbiamo elaborato le Linee Guida. Mentre l’azione del Governo Regionale procede incessantemente su molti ambiti e temi strategici del Programma, (abbiamo appena approvato il Reddito di Dignità e ci apprestiamo a scrivere la legge regionale sul ciclo dei rifiuti), è importante riattivare quello spirito di partecipazione che vive del confronto con i cittadini, i territori e con le loro comunità, coinvolgendo partiti, consiglieri regionali, assessori, amministratori locali, sindaci, associazioni, attori del tessuto socio economico e culturale. Riavvieremo un percorso, che si propone di essere un itinerante laboratorio di partecipazione e di democrazia diretta. Il filo conduttore di questo e di tutti gli altri appuntamenti che definiremo, sarà la scrittura della legge regionale sulla partecipazione che vogliamo costruire insieme ai territori. Ma sarà anche l’occasione per raccogliere dal basso, proposte utili a definire le migliori azioni e  strategie, che riguardano l’attuazione del nostro Programma “Una lunga vita felice”, per contribuire al governo della nostra meravigliosa Puglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento