Il tour della Lega dai Monti Dauni al Gargano: "La sinistra prova a gettare fango su di noi, è ormai alla canna del gas"

Il commento del vicesegretario regionale Raimondo Ursitti all'indomani della tappa conclusiva dell'europarlamentare Massimo Casanova a Monte Sant'Angelo: "Auspico che il confronto politico si concentri su temi che interessano ai cittadini"

“Fa specie la sollecitudine con cui ci si è apprestati a criticare l’attività politica della Lega e, segnatamente, dell’europarlamentare Massimo Casanova a Monte Sant’Angelo, tappa conclusiva, voglio evidenziarlo, di un intenso percorso di lavoro effettuato ieri dalla Lega di Capitanata, iniziato in mattinata sui Monti Dauni e conclusosi a tarda sera sul Gargano. Né un cenno ai temi sviscerati nei numerosi momenti di confronto effettuati con le comunità locali, men che meno un richiamo al profondo lavoro di rinnovamento dell’approccio culturale alle problematiche che la Lega da tempo sta portando avanti, battendo i Comuni palmo a palmo, casa per casa, cittadino per cittadino. Nulla di tutto questo". È quanto dichiara il vicesegretario regionale Raimondo Ursitti, al termine del tour dell'europarlamentare Massimo Casanova in provincia di Foggia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con una tempistica oserei dire 'palamariana' - aggiunge Ursitti - si dà alle stampe un’immagine tendenziosa finalizzata ad avvolgere in un cono d’ombra il certosino lavoro di incontro e confronto con le categorie più in difficoltà e marginali dei territori che la Lega sta portando avanti pubblicamente e alla luce del sole. Peraltro carica di così tanti spunti personali, anch’essi dettagliati con particolare prontezza, che anche un archivista farebbe fatica a elaborare in così poco tempo. È chiaro che si tratta del solito metodo di una sinistra ormai alla canna del gas di provare a scardinare, infangando, la crescita di un partito che in Capitanata ha raggiunto altissime percentuali e indubbia forza popolare. Un modus operandi che non ci preoccupa e non ci appartiene. Non sfuggirà a nessuno, men che meno ai lettori, che la sinistra governa Monte Sant’Angelo a seguito di democratiche elezioni che tutelano la segretezza e la libera espressione del voto. Per cui fa specie la doppia morale utilizzata in queste ore. Auspico, pertanto, che il registro del confronto politico venga intelligentemente modificato e che si concentri sui temi che interessano ai cittadini. Sono tanti e la Lega sta lavorando per affrontarli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento