menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

"A Lucera basta lacrime, fatica e sudore. Il nuovo piano di riequilibrio finanziario è una sconfitta per tutti"

Dura nota stampa della Lega lucerina: "La maggioranza ha deciso di approvare il suo quarto piano di riequilibrio facendo da sola e ignorandoci. Con la collaborazione di tutti sarebbe potuto arrivare alla Corte dei Conti un piano più autorevole e incisivo, espressione di una comunità che vuole rinascere"

"A Lucera basta lacrime, fatica, sangue e sudore. Il nuovo piano di riequilibrio finanziario 'non condiviso' è una sconfitta per tutti". Così la Lega del centro federiciano, in una dura nota stampa.

"Lucera viene da cinque anni durissimi. Il predissesto, voluto dall'attuale maggioranza, ha devastato la città socialmente ed economicamente: tariffe e tassazione sono al massimo, soppresso il servizio di vigilanza e molti altri servizi tagliati, organico comunale ridottissimo (con conseguenti inefficienze continue, disagi per i cittadini per qualsiasi pratica, tempi d'attesa biblici)", si legge. 

"Purtroppo la bocciatura del piano di riequilibrio (correlato al predissesto), avvenuta a luglio di quest'anno da parte della Sezione regionale della Corte dei Conti, rischia finanche di peggiorare la situazione, rendendola realmente catastrofica. Infatti l'eventuale dissesto delle casse comunali comporterebbe ulteriori lacrime, fatica, sangue e sudore per tutti i lucerini: conferma dell'aumento al massimo delle imposte locali, taglio ulteriore dei servizi essenziali, possibile sospensione di assistenza e trasporto di portatori di disabilità, impossibilità di fare nuovi mutui o investimenti etc".

"Davanti a questa rovinosa emergenza che coinvolge tutti, noi della Lega Salvini Lucera con grande senso di responsabilità ci siamo messi a disposizione per addivenire ad una proposta unanime e condivisa in modo da far arrivare innanzi alle Sezioni Unite della Corte dei Conti a Roma (ove verrà presentato il ricorso per evitare il dissesto) una città compatta e coesa nella sua salvaguardia".  

"Purtroppo però dobbiamo rilevare che la maggioranza ha deciso di approvare il suo quarto piano di riequilibrio facendo da sola e ignorandoci. In pratica hanno già fatto da soli per più volte e hanno sempre sbagliato. Il buonsenso vorrebbe che chi continua a sbagliare si faccia aiutare, invece vogliono continuare a fare da soli (e le conseguenze dei loro sbagli continuano a ricadere drammaticamente non su di loro, ma su tutti i lucerini).  Prendiamo atto di ciò con grande dispiacere".

"Siamo convinti che con la collaborazione di tutti sarebbe potuto arrivare all'attenzione delle Sezioni Unite della Corte dei Conti un piano più autorevole e incisivo, in quanto espresso da un'intera comunità che è stanca di lacrime, sangue, fatica e sudore;  e che vuole rinascere. A questo punto possiamo solo sperare che coloro che sono stati già bocciati, consapevoli quindi di aver già fallito, riescano comunque a farcela. Una cosa però è già certa: una comunità che non ha saputo unirsi nei momenti più difficili e drammatici comunque vada ha già perso. Per il futuro ribadiamo e confermiamo la massima disponibilità a dare il nostro contributo per il bene di Lucera, soprattutto innanzi a temi per i quali essere uniti dovrebbe essere un dovere per il bene di tutta la comunità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento