menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto dal profilo FB di Rossano Sasso

Foto dal profilo FB di Rossano Sasso

La Lega scarica il sindaco Potenza, che "non è iscritto al partito e non ha incarichi": "Chi sbaglia paghi"

Luigi D'Eramo, segretario regionale della Lega Puglia, commenta l'arresto del sindaco di Apricena Antonio Potenza: "Da pochi mesi vicino alla Lega, ma non risulta iscritto"

L'11 maggio 2018, Antonio Potenza, alla presenza dell'allora segretario regionale della Lega, Andrea Caroppo, comunicava la sua adesione al partito di Salvini nel corso di una conferenza stampa a Bari, stabilendo il primato di primo sindaco leghista di Capitanata. Una vicinanza, quella dell'ex Forza Italia alla Lega, che da lì in avanti il primo cittadino mai negherà.

Coincidenza vuole che oggi, nel giorno del suo arresto per peculato, concussione e abuso d'ufficio, il neo segretario regionale, l'on. Luigi D'Eramo, nel commentare l'arresto del sindaco nell'operazione 'Madrepietra', fa sapere che Potenza "non risulta iscritto al momento", e che sia stato eletto sindaco con una lista civica e si sia avvicinato alla Lega "solo pochi mesi fa" (14 per l'esattezza) e senza alcun incarico di partito.

"Chi sbaglia paghi. Sempre. Confidiamo in un lavoro rapido della magistratura, ma nessuno strumentalizzi scaricando sulla Lega gli errori, sebbene presunti, di un singolo" chiosa D'Eramo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 17 gennaio, la Puglia torna 'arancione': cosa è consentito fare e cosa no

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento