rotate-mobile
Politica

La Lega foggiana attacca Landella sul 'familismo', il commissario si dissocia: "Non è la voce del partito"

A Foggiatoday Antonio Vigiano: "Non so chi abbia mandato quella nota nè chi abbia le credenziali della pagina Facebook. Sarà mia cura aprire una verifica interna". Ma il post è ancora lì

“In qualità di commissario cittadino mi dissocio da quanto riportato nella nota stampa di questa mattina, che non è da ritenersi assolutamente la voce della Lega di Foggia”. Così Antonio Vigiano, capogruppo comunale e subcommissario del partito di Salvini in merito al feroce attacco sferrato a Franco Landella dall’alleato di coalizione a mezzo stampa e sulla pagina Facebook ufficiale della Lega foggiana.

“Non so chi abbia le credenziali per accedere alla pagina della Lega – ammette Vigiano –, di certo quella non può essere considerata la posizione del partito”. “Sarà mia cura aprire una verifica interna perché su questo fallo va fatta chiarezza – continua il commissario-. Abbiamo un codice etico da rispettare. Questo genere di comunicazione non ci appartiene e non ci è appartenuto per l’intera campagna elettorale per le primarie. Né per spirito né per contenuti”.

Vigiano fa sapere poi di avere avuto un’interlocuzione sul tema con il segretario regionale, Andrea Caroppo: “E’ ovviamente d’accordo con me. Abbiamo perseguito fino a questo momento un percorso che si è contraddistinto per il leale spirito di collaborazione rispetto a tutti i candidati in campo. E’ stato commesso un errore, indubbiamente” conclude.  

Intanto il post è ancora lì, sulla pagina Facebook del partito e nessuno ha provveduto a rimuoverlo. Tanto più se non rappresenta la Lega foggiana.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega foggiana attacca Landella sul 'familismo', il commissario si dissocia: "Non è la voce del partito"

FoggiaToday è in caricamento