Politica Cerignola

Messa in sicurezza delle scuole, lavori affidati con procedura negoziata: i dubbi del PD

L'ha protocollata il consigliere di Cerignola Maria Dibisceglia. Si tratta dei lavori per la messa in sicurezza e prevenzione del rischio delle scuole 'Marconi', 'Di Vttorio', 'Carducci' e dell'ex ITIS Righi

Quali sono i motivi che hanno indotto l’amministrazione ad individuare nella procedura negoziata il procedimento di scelta del contraente per la gara finalizzata all'aggiudicazione dei lavori per la messa in sicurezza delle scuole di Cerignola? Se lo chiede Maria Dibisceglia, consigliere comunale del PD che, sull’argomento, ha prodotto un'interrogazione all’assessore ai Lavori Pubblici e al dirigente al ramo.

Nel dettaglio, si tratta dei lavori per la messa in sicurezza e la prevenzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, della scuola elementare Marconi, della scuola elementare Giuseppe Di Vittorio, della scuola elementare Giosuè Carducci e dell’istituto scolastico ex ITIS Augusto Righi. “Per l'individuazione delle ditte da invitare si è fatto riferimento a quelle presenti nell'elenco degli operatori economici qualificati per l'esecuzione di lavori pubblici, costituito con Delibera di Giunta Comunale dell'ottobre 2013” puntualizza Dibisceglia.

La stazione appaltante è la Centrale Unica di Committenza. “Ho posto vari interrogativi all'assessore ed al dirigente e ritengo che, ove tali interrogativi trovino conferma, sia necessario procedere alla revoca delle procedure per manifesta illegittimità. È necessario che un'Amministrazione pubblica, nel rispetto degli essenziali principi di trasparenza e legalità, si attenga in modo puntuale alle norme vigenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messa in sicurezza delle scuole, lavori affidati con procedura negoziata: i dubbi del PD

FoggiaToday è in caricamento