L’assessore Bove: “Abbiamo asfaltato più strade noi che il centrosinistra in dieci anni”

Ripristini stradali, le precisazioni dell’assessore ai Lavori Pubblici: “Rispediamo al mittente polemiche strumentali e faziose in questo settore, che finalmente oggi gode della giusta attenzione”

Via Castelluccio dei Sauri

L’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Foggia, Antonio Bove, commenta la richiesta di chiarimenti effettuata da Marcello Sciagura, Vincenzo Rizzi e Giorgio Cislaghi in merito ai ripristini stradali che vengono effettuati a seguito dei tagli eseguiti per consentire lavori alle condutture idriche e fognarie. “Il primo atto che ha compiuto questa Amministrazione comunale, sin dal suo insediamento avvenuto il 12 giugno 2014, è stato quello di ripristinare, con i fondi a disposizione, le arterie cittadine, dopo anni di mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria. Ieri come oggi, resta questa la priorità dell’Ufficio tecnico e dell’assessorato ai Lavori Pubblici, impegnato a risanare quella che con il tempo è divenuta una vera e propria emergenza. Una delle tante ereditata da questa Amministrazione”.

Antonio Bove prosegue: “Appena qualche giorno fa si è svolta a Palazzo di Città un’importante riunione tecnica tra il Comune di Foggia, i vertici di Acquedotto Pugliese e l’Autorità Idrica della Puglia in cui abbiamo chiesto che ogni ripristino stradale che presenti delle criticità o delle anomalie venga rifatto a regola d’arte. Una richiesta che è stata recepita da AQP che a sua volta si è impegnata a verificare tutti i lavori appaltati a ditte esterne. Basti ricordare che in via Colletta e via Calvanese, dopo i lavori effettuati alla rete idrica e fognaria, AQP, dopo i rattoppi temporanei, ha riasfaltato completamento le arterie interessate dai lavori. In settimana, inoltre, abbiamo chiesto alla Telecom, impegnata nei lavori di posa in opera della fibra ottica, di velocizzare la copertura delle mini-trincee che sono, tra l’altro, in fase di ultimazione”.

Sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici: “Giova ricordare, inoltre, che questa amministrazione comunale ha riasfaltato molte più strade in un anno e mezzo rispetto ai dieci anni di centrosinistra. Nell’ordine sono state interessate dai lavori via Garibaldi, viale Fortore, via Manfredonia, via Alfonso I d’Aragona, via Rosati, tratturo Camporeale, via Diomede, viale Michelangelo, viale degli Aviatori, viale I Maggio, via Telesforo, le rotatorie di via Napoli e via Martiri di via Fani, e sono in fase di ultimazione i lavori che riguardano la sistemazione di tutta la sede stradale, comprese le aiuole di divisione delle carreggiate e taglio delle radici degli alberi in viale Michelangelo e viale I Maggio, lavori che non erano mai eseguiti prima d’ora”
 

Bove aggiunge e conclude: “Oltre ai numerosi rattoppi che vengono effettuati quasi quotidianamente per cercare di far fronte ad un a situazione che è stata semplicemente ignorata da tutti, amministratori, cittadini ed oppositori di mestiere, per oltre dieci anni. Noi questi particolari li ricordiamo bene e siamo in prima linea per cercare di migliorare lo stato delle arterie stradali. Un argomento che evidentemente non trovava spazio nell’agenda politico-amministrativa di chi ci ha preceduto. Per cui rispediamo al mittente polemiche strumentali e faziose in questo settore, che finalmente oggi gode della giusta attenzione”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • "Irresponsabile incoraggiare la didattica in presenza". Appello di Emiliano al mondo della scuola. "La mia non è una crociata"

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

Torna su
FoggiaToday è in caricamento