La minoranza chiede lumi sul licenziamento dei 18 lavoratori Acea

I consiglieri di minoranza del Pdl, La Destra, Prima Foggia, Ppdt, Udc e Trecca, hanno chiesto una seduta monotematica sul tema del lavoro

Con un’interrogazione consiliare presentata stamane ed inviata, per conoscenza, anche al Prefetto, i consiglieri di minoranza hanno chiesto al sindaco di fare chiarezza sul licenziamento di 18 lavoratori della ditta ACEA Luce. Nella nota, i consiglieri firmatari chiedono testualmente:

- se suddetto licenziamento di 18 unità lavorative in carico alla ditta Acea Luce sia vero
- se è vero che la ditta ACEA Luce, partecipata di ACEA Spa, abbia ceduto nel 2008 alla ditta SMAIL i 18 lavoratori di cui sopra e, in caso affermativo, se e perché il    Comune abbia autorizzato questo passaggio
- se è vero che l’opera svolta da questi lavoratori sia stata affidata senza gara ad una ditta locale e perché ciò sia avvenuto.

Nella nota, firmata dai consiglieri Pdl, La Destra, Prima Foggia, Puglia Prima di Tutto, Udc e dal consigliere Trecca, le forze di minoranza hanno quindi chiesto una seduta monotematica sul lavoro, alla luce delle recenti vicende che hanno visto diversi lavoratori comunali (archivisti, operatori degli asili nido e dipendenti delle cooperative sociali, solo per citarne alcuni) perdere la propria occupazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento