Provincia, La Torre invita Miglio a dimettersi: “Segua l’esempio di Marino”

Il capogruppo di Forza Italia: “C’è una maggioranza spaccata che non è riuscita nemmeno a garantire il numero legale per la seduta di approvazione del documento contabile”

Palazzo Dogana in piazza XX Settembre

“La maggioranza di centrosinistra alla Provincia di Foggia è ormai nel caos più totale, visto che nella seduta consiliare di questa mattina non è riuscita ad approvare il bilancio di previsione 2015, mentre l’anno sta per terminare, per carenza del numero legale. Ormai Francesco Miglio è alla frutta e farebbe bene a seguire l’esempio di Ignazio Marino dimettendosi dalla carica di presidente dell’Amministrazione provinciale, prima che venga travolto dal malcontento che ormai serpeggia tra i cittadini di Capitanata”. Il capogruppo di Forza Italia in Consiglio provinciale, Paolo La Torre, commenta in questo modo la situazione che si è venuta a creare a Palazzo Dogana, dove “c’è una maggioranza spaccata che non è riuscita nemmeno a garantire il numero legale per la seduta di approvazione del documento contabile, nonostante servisse la presenza di soli quattro consiglieri su dodici. Ma se anche i colleghi del centrosinistra non si sono presentati in aula significa che non si sentono più rappresentati da un presidente che, appena qualche giorno fa, non è stato nemmeno in grado di far attuare un deliberato del Consiglio provinciale sull’acquisizione di un impianto di compostaggio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Alla Provincia di Foggia si vive una situazione kafkiana – dichiara La Torre – in cui il presidente sembra essere ostaggio delle logiche partitocratiche e si preoccupa di acquistare un impianto pur se le Province non potrebbero gestire il ciclo dei rifiuti, mentre dimentica le preoccupazioni dei dipendenti, alle prese con un futuro incerto, ma soprattutto non fornisce risposte alle migliaia di ragazzi che frequentano istituti scolastici spesso privati di lavori di ordinaria manutenzione, che mettono a rischio la sicurezza di studenti ed insegnanti. Ormai è chiaro a tutti – conclude il capogruppo di Forza Italia a Palazzo Dogana – che l’esperienza di Francesco Miglio e del centrosinistra è giunta al capolinea alla Provincia di Foggia, anche perché dopo un anno di amministrazione nessuna delle questioni in campo è stata risolta o affrontata con competenza”.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento