Isola Pedonale, Cislaghi: “E’ drammaticamente mancato un piano per la mobilità sostenibile”

“E’ questo che ha scoraggiato potenziali clienti della provincia a venire in centro città per gli acquisti di Natale e ha rovinato pomeriggi agli automobilisti foggiani”

Il segretario del circolo “Che Guevara” – Foggia Fiorenzo Giorgio Cislaghi torna a parlare dell’isola pedonale, dopo le dichiarazioni di alcuni giorni fa, in cui si invitava l’Amministrazione a favorire la creazione di un Centro Commerciale in Centro Città. Stavolta Cislaghi punta il dito sul problema della viabilità.

“Ci lascia stupiti, favorevolmente, il sindaco quando afferma che sogna una Foggia ‘più europea’ perché pensiamo intenda dire che lavora per una città più ‘a misura delle persone’. Peccato che non basti fare una dichiarazione perché questo sogno si avveri, che non ci sia una “fata turchina” che lo renda realtà con un colpetto di bacchetta magica. Peccato che ci sia bisogno di un’azione amministrativa che, promuovendo l’allargamento dell’isola pedonale, non crei altri gravi problemi alla città ed è questo che è mancato dando argomenti a chi vuole continuare a opporsi al sogno di liberare il centro città dal traffico e dalle macchine”, ha affermato.

“Anche oggi, dopo che sono state rimosse le tende del ‘pseudo mercatino di Natale’ (anche questo realizzato senza un’idea guida, senza un progetto, lasciato all’improvvisazione) ci sono stati i soliti ingorghi, il solito traffico caotico e indisciplinato, grazie anche alla quasi totale assenza degli agenti della PM tornati ai normali servizi di pattuglia. Eppure basterebbe poco per rendere più fluido il traffico. Basterebbe guardare a come scorre bene il flusso veicolare da corso Garibaldi sino a piazza Giordano. La totale assenza di macchine posteggiate non crea intralci, a parte le solite auto posteggiate sulla pista ciclabile in corso Garibaldi, mentre via Matteotti, da un lato, e via Torelli, dall’altro, sono quasi sempre congestionate dal traffico. Questa banale osservazione mette in risalto l’improvvisazione che ha caratterizzato la ‘sperimentazione natalizia’ della possibile ZTL”, ha continuato.

“Per pensare a una città ‘più europea’ – evidenzia Cislaghi – basta iniziare a realizzare quanto è fatto in molte città capoluogo di provincia: regolamentare il traffico pesante in centro città limitando l’accesso in centro ai mezzi commerciali con portata superiore alle 3,5 t. nelle ore di scarso traffico (sino alle 7,30 del mattino e dalle 14,00 alle 17,00 nel pomeriggio). Questa semplice e banale misura, unita a un normale presidio della PM delle vie principali più sensibili, potrebbe rendere più fluido lo scorrimento del traffico. Ci sarebbe poi da liberare dalle auto in sosta almeno un lato delle strade più trafficate (per esempio via Torelli o corso Roma) ma questo implicherebbe una riduzione degli stalli della sosta tariffata e una riduzione degli incassi per ATAF. La riduzione degli incassi della sosta tariffata potrebbe mettere a rischi i piani di rientro dai debiti dell’azienda di trasporto pubblico. La riduzione degli stalli, anche su poche vie, aumenterebbe la criticità dei posteggi sia per i residenti sia per chi si reca in centro con l’automobile. Per ovviare a questi problemi si potrebbero trovare valide soluzioni (dal Park and Ride alla rivisitazione del Bike Sharing), soluzioni che normalmente trovano una loro coerente realizzazione nel piano per la mobilità sostenibile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ questo piano che è drammaticamente mancato durante il periodo natalizio. E’ questo che ha scoraggiato potenziali clienti della provincia a venire in centro città per gli acquisti di Natale e ha rovinato pomeriggi agli automobilisti foggiani. Ora dal Sindaco – conclude Cislaghi - ci aspettiamo che parli con gli atti amministrativi e la smetta di fare proclami perché, per estendere un’isola pedonale, non servono le promesse fatte in campagna elettorale, serve solamente una normale, efficace, azione amministrativa della città che sia coerente con il programma di governo, programma di governo che non è mai stato presentato”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento