Politica

Isola pedonale, De Pellegrino attacca: "Ottima idea, ma realizzata in modo pessimo"

Il consigliere comunale del Partito Democratico dice la sua a proposito dell'isola pedonale: "Un'ottima idea realizzata in modo pessimo, senza valutare gli effetti su residenti e commercianti"

“Il sindaco vuole rendere stabile la maxi isola pedonale, un’ottima idea realizzata in modo pessimo, e non pensa di coinvolgere nella discussione e nella programmazione il Consiglio comunale, confermando il suo assoluto disinteresse per l’istituzione eletta dai cittadini”. Lo afferma il consigliere comunale Alfonso De Pellegrino annunciando la presentazione di un’interpellanza urgente fondata sulla “condivisione dell’obiettivo di ampliare le aree libere dalle auto, purché realizzato migliorando la qualità della vita dei cittadini e contemperando le esigenze di tutti i soggetti interessati”.

L'AFFONDO DI DE PELLEGRINO. "Non è dato sapere da quali dati il sindaco desuma la positività dell’esperienza natalizia lasciando presumere che si tratti di una sua impressione; legittima, ma pur sempre un’impressione. Ad esempio, non credo siano d’accordo i cittadini che abitano in via della Repubblica, via Conte Appiano e via Torelli letteralmente intasate dal traffico di auto e autobus ed evidentemente più inquinate da gas di scarico e rumori molesti.

Altra criticità non esaminata, quindi non affrontata, è quella relativa ai riflessi negativi sul servizio di trasporto pubblico garantito da Ataf. Per cui non sappiamo se ci siano state inefficienze, se la modifica dei percorsi degli autobus ha comportato costi aggiuntivi, a quanto ammonta la riduzione degli introiti di Ataf provocata dalla riduzione delle aree di sosta a pagamento, se e come sarà regolata la sosta dei residenti nelle aree pedonalizzate.

Immagino, infine, che nessuno studio sia stato fatto per comprendere gli effetti sulla mobilità urbana degli interventi ‘temporanei e provvisori’ che hanno modificato la viabilità del centro cittadino. Domani scade la proroga dell’ordinanza e non si hanno notizie dell’annunciato confronto con i commercianti e gli altri soggetti interessati. O meglio, si hanno notizie di incontri non fatti e inviti non spediti.

Tra questi figurano anche quelli che il sindaco avrebbe dovuto inviare alle Commissioni consiliari competenti per materia, che, nella visione di Landella e del centrodestra, si confermano essere organismi inutili. Un tema su cui ho già invitato il presidente del Consiglio comunale a svolgere una riflessione profonda, quanto meno per evitare che i cittadini continuino a sostenere il costo della democrazia di facciata tanto cara a Landella e soci.

E’ sbagliato istituzionalmente e scorretto amministrativamente estromettere il Consiglio comunale dalla programmazione del nuovo assetto del centro della città – conclude Alfonso De Pellegrino – ed è per questa ragione che invito il presidente del Consiglio a tutelare le funzioni e le prerogative dell’Assemblea consiliare per tutelare i diritti e gli interessi dei cittadini che l’hanno eletta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isola pedonale, De Pellegrino attacca: "Ottima idea, ma realizzata in modo pessimo"

FoggiaToday è in caricamento