Politica

La memoria di un ministro in un “angusto garage”. Verile: “Irriguardoso, ingiusto e offensivo”

Domenico Verile, consigliere comunale di Foggia, chiede di onorare la memoria dell’ex ministro Vincenzo Russo, con l’intitolazione di un luogo più consono

Domenico Verile non ci sta e con un’interrogazione a risposta in aula interroga il presidente del Consiglio comunale, Luigi Miranda, circa le onorificenze da attribuire all’on. Vincenzo Russo, unico foggiano della storia repubblicana italiana a ricoprire il ruolo di Ministro (senza portafoglio) durante il governo Cossiga dei primi anni Ottanta.

Il consigliere comunale ricorda come l’allora amministrazione Ciliberti intitolò “l’angusto” e attiguo garage di Palazzo di città, all’on. Vincenzo Russo, “concittadino e politico di grande rilievo, notoriamente riconosciuto a livello nazionale ed internazionale. Fatto veramente irriguardoso , ingiusto e veramente offensivo” aggiunge.

“L’on. Russo - ricorda Verile - ha rappresentato Foggia il periodo  di massimo sviluppo e  di crescita  sociale, politica ed economica. Il suo impegno per la città e per la Capitanata ha determinato l’insediamento industriale e commerciale in grado di dare lavoro ad intere generazioni di foggiani”.

Il consigliere comunale invita l’attuale amministrazione a rimuovere l’intitolazione alla memoria dell’ex ministro e ad onorarla con l’intitolazione di un luogo di rilevanza cittadina, “più consono ad un degno figlio di Foggia, che grande ha fatto Foggia e i foggiani” conclude.

L’on. Vincenzo Russo, nato nel 1924 e morto nel 2005, ha svolto nove mandati consecutivi di cui otto alla Camera e uno al Senato, dalla terza all’undicesima legislatura. Dottore in fisica e matematica, fu dirigente industriale Gruppo ENI.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La memoria di un ministro in un “angusto garage”. Verile: “Irriguardoso, ingiusto e offensivo”

FoggiaToday è in caricamento