Genitorialità e Welfare, la Uila Foggia incontra i candidati al Parlamento

La Uila di Foggia sta incontrando i candidati al prossimo Parlamento per sensibilizzarli sui temi centrali della raccolta firme avviata su due proposte di legge di iniziativa popolare in materia di genitorialità e welfare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Sarà la giovane candidata in Forza Italia alla Camera nel collegio uninominale Foggia-Gargano, Michaela Di Donna, ad aprire la serie di incontri con i candidati al Parlamento in Capitanata. Appuntamento fissato per mercoledì 28 febbraio alle 10 presso il comitato elettorale della candidata forzista in via Natola a Foggia. Si proseguirà il 1° marzo alle 18 a Orta Nova presso il Palazzo degli studi "Padre Pio" in via Tarantino 10. Qui saranno presenti la eurodeputata Elena Gentile, candidata PD al collegio uninominale Senato Puglia 3 (comprendente i comuni compresi tra Trani e Monte Sant'Angelo passando per Manfredonia e Cerignola), l'onorevole Michele Bordo, candidato PD nel collegio plurinominale della Camera dei Deputati e nel collegio uninominale Camera dei deputati Puglia 15 (Comprendente i comuni tra Carpino e Margherita di Savoia passando per Cerignola e Manfredonia) e Iaia Calvio, candidata PD nel collegio plurinominale della Camera dei Deputati.

Scopo del ciclo di incontri, supportare le due raccolte firme per la presentazione di due proposte di legge di iniziativa popolare volute dalla stessa Uila. La prima riguarda il sostegno alla maternità e alla genitorialità, promuovendo una maggiore conciliazione dei tempi di vita e lavoro e prevedendo una retribuzione a carico dell’Inps del 100% per tutto il periodo di congedo di maternità obbligatorio, con la possibilità di lavorare a tempo parziale al rientro con retribuzione al 100% a carico dell'Inps.

La seconda proposta di legge di iniziativa popolare intende irrobustire le garanzie per chi ha perso il lavoro, non riducendo nel tempo l’assegno di disoccupazione e migliorando i requisiti per il diritto all'APE sociale ai lavoratori stagionali, ai braccianti agricoli e ai lavoratori della pesca. “Siamo vicini a quota 10mila firme raccolte in Capitanata. Ai candidati al Parlamento chiederemo di firmare le nostre proposte e un impegno concreto a sostegno di due azioni che la Uila sta portando avanti #perfarbenealmiopaese”, spiega Antonio Castriotta, Segretario generale territoriale Uila Foggia.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento