rotate-mobile
Politica Manfredonia

Energas, Gatta e Rotice alla corte di Pichetto Fratin: il 6 marzo il fatidico incontro

Ad annunciarlo il deputato manfredoniano: "Sarà la sede per riportargli le nostre istanze e avere informazioni precise, e mi auguro positive"

Il fatidico incontro sul deposito glp Energas tra il deputato di Forza Italia Giandiego Gatta, il sindaco di Manfredonia Gianni Rotice, e il ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin si farà: è fissato per lunedì prossimo, 6 marzo, alle 15. Ad annunciarlo il parlamentare manfredoniano.

Si supera, così, anche la data del 2 marzo, che ‘Con Manfredonia’ e Movimento 5 Stelle avevano indicato come quella in cui il Governo avrebbe potuto dare il via libera all’installazione del mega deposito.

“A chi imbastisce un arsenale di polemiche inutili e forse anche dannose per il nostro territorio, a chi si serve di questo problema per giustificare proprie deplorevoli ed interessate ‘deviazioni’ rispetto alle posizioni ufficiali e ben note di Forza Italia, preferisco rispondere con i fatti – afferma Gatta - Potrei liquidare così l’ennesima dichiarazione del M5S che sottovaluta il peso di un impegno che, assieme al locale circolo di Forza Italia, porto avanti da tempo, ed il valore di un principio da cui, purtroppo per loro, non mi discosto di un millimetro: Manfredonia ha dato troppo e l’allocazione sipontina del deposito incontrerà sempre il fermo ‘no’ mio e della comunità”.

Il deputato si riferisce alle note a firma dei consiglieri comunali pentastellati Raffaele Fatone e Gianluca Totaro che gli avevano insistentemente chiesto se fosse stato fissato o meno un incontro con il ministro del suo stesso partito. Avevano messo in dubbio l’impegno e la ‘forza politica’ per imporsi nelle stanze romane.

Oggi avevano rilanciato anche le dichiarazioni dei due consiglieri che hanno lasciato il gruppo di Forza Italia e che, pubblicamente, hanno posto una serie di interrogativi proprio sul caso Energas (“Come mai nel direttivo del nostro circolo cittadino non si è mai parlato e discusso di un tema importante come Energas?”, e ancora, “Come mai il nostro sindaco, che rappresenta non solo l’amministrazione comunale ma tutta la città di Manfredonia, non ha ancora mai avuto un colloquio con il ministro Pichetto Fratin?). 

“Che un tema così importante per il nostro territorio diventi divisivo o utile per costruire polemiche strumentali è veramente un peccato ed una circostanza a cui non mi arrendo – osserva Giandiego Gatta - La città di Re Manfredi deve essere unita in questa battaglia e Forza Italia Manfredonia ha da sempre manifestato tutta la sua contrarietà al progetto, anche quando altri non si esprimevano o, addirittura, avevano incontri segreti con il patron di Energas. È un tema spinoso di cui è giusto parlare con onestà intellettuale, ma non per accrescere tensioni. Ad ogni modo, l’incontro con il Ministro sarà la sede per riportargli le nostre istanze e avere informazioni precise - e mi auguro positive- da divulgare alla comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energas, Gatta e Rotice alla corte di Pichetto Fratin: il 6 marzo il fatidico incontro

FoggiaToday è in caricamento