Fratelli d'Italia, Farina: “Lavori al Duomo Tonti ed incompatibilità di Ruocco: inciucio riuscito”

Farina: "Dopo la nomina a consigliere regionale, Ruocco non può più ricoprire la carica di vicesindaco, ostandovi il disposto normativo della legge 267 del 2000”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Qualche giorno fa, Fratelli d'Italia ha posto due questioni ai partiti presenti nel Consiglio Comunale di Cerignola: la prima riguarda l'autorizzazione data dalla giunta all'esecuzione di lavori edili importanti all'interno del Duomo Tonti; la seconda la situazione di incompatibilità in cui attualmente versa il vicesindaco di Cerignola, Roberto Ruocco.

Sulla prima questione i partiti presenti in Consiglio Comunale (ad eccezione del Pd, per il quale si sono espressi i soli renziani) si sono detti d'accordo sulla necessità di convocare un Consiglio sull'argomento, avendo la giunta adottato un provvedimento senza ascoltare i cittadini o, almeno i loro diretti rappresentanti.

Sulla seconda questione, invece, non si sono registrate prese di posizione da parte di nessuno neppure nella recente riunione della massima assise cittadina. "Sono per un verso stupito e per altro verso sconcertato dal comportamento dei consiglieri comunali e per essi dei partiti di appartenenza" ha dichiarato Mimmo Farina, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia. "Noi abbiamo posto due problemi di sicuro interesse cittadino; ora mi chiedo perché non si dà seguito a quanto hanno dichiarato le forze politiche cittadine; non ci si può dichiarare d'accordo su alcuni principi e poi non adoperarsi di conseguenza. Quasi tutti hanno affermato di essere d'accordo a richiedere la convocazione di un Consiglio monotematico sulla questione del Duomo Tonti; dunque non mi spiego il motivo per il quale non venga ancora avanzata tale richiesta.

Sulla questione dell'incompatibilità di Ruocco, Farina é ancora più chiaro: "dopo la nomina a consigliere regionale, Ruocco non può più ricoprire la carica di vicesindaco, ostandovi il disposto normativo della legge 267 del 2000; ciò stante é incomprensibile il motivo per il quale le forze politiche presenti in consiglio comunale non dicano nulla al riguardo. Credo di poter tranquillamente affermare che le forze di opposizione a Cerignola predicano bene, ma razzolano malissimo; chi occupa ruoli istituzionali dovrebbe essere sensibile al tema del rispetto delle regole e fare di tutto per rimuovere situazioni di illegittimità, come quella che vede protagonista il vicesindaco.

Lasciando stare il Pdl, che sul punto non ha avuto neanche la sensibilità di dire come la pensa, mi chiedo dov'é il Partito  Democratico, il movimento politico La Cicogna ed i moderati per Tonti: distratti, menefreghisti o protagonisti di un inciucio insopportabile? Voglio augurarmi che nei prossimi giorni qualcuno farà concretamente qualcosa non fosse altro che per il rispetto che si deve ai Cittadini tutti".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento