menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'impianto solare termodinamico a San Severo non s'ha da fare, Barone e Giuliano: "Il Ministero neghi la VIA"

Barone e Giuliano sul progetto: "Andrebbe ad incrementare il già rilevantissimo peso territoriale ed ambientale delle infrastrutture energetiche già realizzate ed operanti nel territorio della nostra regione"

Impianto solare termodinamico a San Severo. Dopo le smentite dell'Amministrazione comunale in merito al progetto di installazione dell'impianto in agro di San Severo, arriva anche il parere contrario del Movimento Cinque Stelle, attraverso le voci del consigliere regionale Rosa Barone e del portavoce alla Camera dei deputati Giuliano.

"Esprimiamo la nostra contrarietà alla realizzazione dell’impianto solare termodinamico. In relazione a tale progetto attualmente pende il procedimento di VIA ministeriale dinanzi al Ministero dell’Ambiente ed in ragione di ciò, nei termini di legge, abbiamo provveduto ad inviare al Ministero le dovute osservazioni, sottolineando le criticità di tale progetto e ribadendo il nostro parere negativo alla sua realizzazione".

“Tale progetto - aggiungo le due esponenti pentastellate - in maniera del tutto ingiustificata, andrebbe ad incrementare il già rilevantissimo peso territoriale ed ambientale delle infrastrutture energetiche (da fonti rinnovabili e da fonti tradizionali) già realizzate ed operanti nel territorio della nostra regione. Inoltre, in ragione della natura del territorio e della sua vocazione prettamente agricola, la notevole estensione dell’impianto de quo, che verrebbe realizzato su un’area di circa 110 ettari di terreno agricolo fertile, minerebbe ulteriormente l’equilibrio paesaggistico, ambientale ed agricolo del nostro territorio, determinando altresì emissioni in atmosfera e rilevante consumo di risorse idriche”.

La Barone e la Giuliano concludono: “Alla luce di quanto sopra, abbiamo esortato il Ministero competente a negare il rilascio della VIA, anche alla luce delle criticità emerse dall’analisi di contesto di cui alla Deliberazione della Giunta Regionale Puglia DGR n. 581/2014”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Attualità

"L'antimafia non si fa così". A Foggia compleanno amaro della legge 109. "Senza visibilità per i beni confiscati, lo Stato ha vinto ma nessuno lo sa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento