rotate-mobile
Politica Ascoli Satriano

Depolimerizzazione della plastica per la produzione di carburante: “No all’impianto”

Il Partito Democratico si oppone al progetto presentato dalla Ecofuel. Giovanni Cera: “Impianto nocivo alla salute e all'ambiente potrebbe compromettere il futuro”

Il Partito Democratico di Ascoli Satriano dice “no” al progetto di ristrutturazione di un opificio industriale per la realizzazione di un impianto di depolimerizzazione della plastica per la produzione di gasolio e cherosene presentato dalla Ecofuel. La dirigenza locale del partito, coadiuvata dal segretario Pasquale Santoro, ribadisce espresso la propria posizione contraria alla realizzazione dell'impianto, così come emerso da un incontro svoltosi lo scorso 30 giugno.

Il segretario cittadino, Pasquale Santoro, per avvalorare la posizione del “no” si è interfacciato con la segreteria PD di Modugno, Tania Di Lella, recandosi nella città barese - insieme al capogruppo di maggioranza, Paolo Moscano - per incontrare i consiglieri e condividere le motivazioni tecniche che avevano già  escluso la realizzazione di analogo impianto presso il comune di Modugno.

Per questi motivi il circolo PD di Ascoli Satriano ha espresso vicinanza ai concittadini garantendo il massimo appoggio in tutte quelle occasioni in cui l'obiettivo sia la tutela della salute della cittadinanza, prioritaria rispetto a qualunque attività di connotazione politica.

Dello stesso parere Giovanni Cera, ex candidato al Consiglio regionale con la lista ‘Noi a Sinistra per la Puglia’: “Ad Ascoli Satriano un impianto nocivo alla salute e all'ambiente potrebbe compromettere il futuro. Il sindaco Nino Danaro, il presidente della provincia Francesco Miglio e il presidente della Regione, Michele Emiliano, devono impedire questo scempio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depolimerizzazione della plastica per la produzione di carburante: “No all’impianto”

FoggiaToday è in caricamento