rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

"Quale piano per la chiusura del Cara di Borgo Mezzanone?"

Giuseppe Brescia (M5S): "La situazione potrebbe sembrare più gestibile in inverno, ma tra non molti mesi le zone di raccolta si ripopoleranno. Pianificare residenze regolari per i lavoratori stagionali è l’unica soluzione”

"Quale piano per la chiusura del Cara di Borgo Mezzanone?". Se lo chiede Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari Costituzionali di Montecitorio e deputato pugliese del MoVimento 5 Stelle, sottolineando “massimo sostegno e apprezzamento per il lavoro di magistratura e forze dell’ordine, impegnate questa mattina in azioni di contrasto a illegalità e degrado nella baraccopoli di Borgo Mezzanone".

"Quanto invece all’annunciata chiusura del Cara, vogliamo conoscere nei dettagli il piano alternativo che sicuramente il Viminale avrà elaborato alla luce delle migliaia di presenze. La situazione potrebbe sembrare più gestibile nel periodo invernale, ma tra non molti mesi le zone di raccolta si ripopoleranno e di campi improvvisati ne nasceranno a decine. Pianificare residenze regolari per i lavoratori stagionali è l’unica soluzione” continua il deputato pugliese del MoVimento 5 Stelle.

“A Borgo Mezzanone, grazie a un forte impegno coordinato di istituzioni e associazioni, lo Stato sta riprendendo in mano il controllo del territorio. Ci rassicura la precisazione della procura sul non coinvolgimento di immobili o baracche adibiti ad abitazione. In caso contrario, senza piani alternativi ci si accontenterebbe di spostare un problema e non di eliminarlo” aggiunge Brescia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Quale piano per la chiusura del Cara di Borgo Mezzanone?"

FoggiaToday è in caricamento