menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giù le mani dal nostro mare

Giù le mani dal nostro mare

Catena umana lungo il bagnasciuga di Manfredonia: “Giù le mani dal nostro mare”

E’ l’iniziativa degli attivisti cinquestelle che si è svolta ieri a Manfredonia. La tappa sipontina per dire no al deposito Gpl di Energas

“Giù le mani dal nostro mare” è stato l’urlo che ha accomunato attivisti e bagnanti di tutte le età presenti, sulla spiaggia di Manfredonia, giovedì 4 agosto, formando una catena umana lungo il bagnasciuga. La tappa sipontina è l’ennesima di un tour nazionale che mira a sensibilizzare la popolazione sulle proposte del M5S in tema di Piano Energetico che, ricordiamo, in Italia è inesistente e che i pentastellati legano a due obiettivi prioritari: “Efficienza Energetica” – con l’adozione di un piano di risparmio sui consumi finali di energia rispetto al livello del 2014 – e “Completa uscita dalle fonti fossili entro il 2050”.

In ambito locale si è ribadito il fermo “no” all’installazione del mega deposito di Gpl da parte dell’azienda petrolifera Energas, un’opera che distruggerebbe definitivamente le, pur minime, iniziative turistiche e ambientali di un territorio troppe volte violentato da scelte irresponsabili e che non inciderebbe affatto sulla disoccupazione. Da seguire e denunciare con grande forza il tema delle acque inquinate della foce del fiume Candelaro, i cui pessimi risultati delle analisi effettuate creano non pochi problemi alla balneazione e, di conseguenza, alle attività estive.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento