Giornata per la pace, Anche la Fnp Cisl aderisce all’appello di Papa Francesco

“Noi conosciamo gli orrori della guerra e li combattiamo con il dialogo”. Il sindacato dei pensionati Foggia Cisl invita gli iscritti a partecipare al digiuno ed alle veglie di preghiera

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

La Federazione Nazionale Pensionati di Foggia aderisce alla giornata di digiuno e preghiera per la pace in Siria, in Medio Oriente e nel mondo intero. A tal fine, la segreteria territoriale del sindacato dei pensionati della Cisl rivolge un invito ai propri iscritti ed a tutti i pensionati foggiani a raccogliere l’appello lanciato da Papa Francesco.

Condividiamo pienamente quanto detto dal Pontefice: “Mai più guerra!” Per questo, domani 7 settembre, “parteciperemo con convinzione alla giornata, per riaffermare che non è la cultura dello scontro e del confitto che costruisce la convivenza nei popoli e tra i popoli, ma la cultura dell'incontro e del dialogo”, ha spiegato il segretario generale della Fnp di Foggia, Franco Russo.

Il segretario della Fnp Cisl rileva che “molti nostri pensionati hanno vissuto i tempi tragici della guerra e sanno bene che con è mai l'uso della violenza che porta la pace. Come ha detto il Papa, la guerra chiama guerra, la violenza chiama violenza. Pertanto, anche noi della Fnp vogliamo dare il nostro contributo di partecipazione alla giornata di riflessione e preghiera – conclude Franco Russo - affinché le parti non si chiudano nei propri interessi, ma intraprendano, con coraggio e decisione, la via dell'incontro e del negoziato, superando ogni cieca contrapposizione”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento