menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Miranda

Luigi Miranda

Gino Lisa, Miranda: “E’ in atto inganno nei confronti di Foggia e della Capitanata”

Sull’aeroporto di Foggia il presidente del Consiglio comunale commenta lo scambio di vedute tra il sottosegretario Del Basso De Caro ed il presidente della Regione, Michele Emiliano

Per il presidente del Consiglio Comunale Luigi Mirandal’inaugurazione della nuova sede della Camera di Commercio è stata una occasione per discutere del futuro e della crescita del nostro territorio, legato in maniera indissolubile allo sviluppo delle infrastrutture. E se i lavori del nuovo casello autostradale sono iniziati, e si delinea con maggiore chiarezza il futuro della rete ferroviaria, non si registrano novità sul fronte dell’aeroporto Gino Lisa.

Aggiunge Miranda: “Bene ha fatto il presidente della Camera di Commercio Fabio Porreca a ricordare come da ormai 50 anni la Capitanata si porta dietro un pacchetto di infrastrutture mai messe a valore, dalla superstrada garganica  all'aeroporto, finanziato negli anni con decine di milioni di euro, a dimostrazione del suo valore strategico. Ma è necessario definire con precisione anche il ruolo del porto di Manfredonia e soprattutto il progetto della diga di Piano dei Limiti”

E prosegue: “La vicenda dell’allungamento della pista ha raggiunto toni inaccettabili. È in atto un vero e proprio inganno nei confronti di Foggia e dell’intera Capitanata. Lo ha dimostrato ieri l’acceso scambio di vedute tra il sottosegretario Del Basso De Caro ed il presidente della Regione, Michele Emiliano. Il Governo nazionale e quello regionale devono dare risposte immediate e concordi. Se è vero, come ha dichiarato il presidente Emiliano, che la Regione ha stanziato somme importanti per l'allungamento della pista e per la ristrutturazione dell'aeroporto, allora la Regione bandisca le gare d’appalto e inizi i lavori. Dal canto suo il Governo riveda il miope elenco degli scali di interesse strategico nazionale, e vi inserisca il Gino Lisa”

Luigi Miranda conclude: “Non è una mera formalità ma il riconoscimento delle giuste aspettative di un intero territorio che non può essere né la Cenerentola della Regione Puglia, né la ruota di scorta del sistema Italia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento