Emiliano ha scelto: la presidenza del Parco del Gargano all’avv. Gianni Maggiano

Uomo vicino a Napoleone Cera e a Colomba Mongiello, con una lettera inviata al Ministero dell’Ambiente, il presidente della Regione Puglia ha indicato nell’avvocato di Peschici il successore di Stefano Pecorella

L'area protetta del Parco

Dopo vent'anni di Manfredonia, la gestione del Parco del Gargano potrebbe passare nelle mani di Peschici. Con una lettera inviata al Ministero dell'Ambiente qualche giorno fa, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano avrebbe fatto la sua scelta, indicando in Gianni Maggiano il futuro presidente del Parco. Si tratta di uno dei nomi proposti nell'ambito della terna indicata dalla comunità del Parco mesi fa: gli altri due erano l'uscente Stefano Pecorella (esponente di centrodestra, Forza Italia, vicino al membro laico del Csm Tonio Leone) e l'ambientalista Raffaele Vigilante.

Maggiano viene definito politicamente trasversale e molto apprezzato e vicino ai parlamentari Udc Angelo Cera e Pd Colomba Mongiello. Ora toccherà al ministro dell'Ambiente Galletti dare il placet definitivo (che dovrebbe verosimilmente incrociare le indicazioni della regione, di cui era atteso il parere). "Gentile Ministro - scrive Emiliano nella missiva datata 11 dicembre - in riscontro alla missiva prot.6131/2017 mi permetto di sottoporre alla sua attenzione per l'incarico di presidente dell'ente Parco del Gargano il profilo dell'avv. Giovanni Maggiano che, come potrà rilevare dall'accluso curriculum, vanta esperienze di amministratore pubblico negli enti locali del territorio garganico". Tempi brevi, pare, per la nomina. "È una indicazione che a noi va benissimo ma mi sento dire come si tratti di un profilo assolutamente trasversale - dichiara il consigliere regionale Napoleone Cera, per il quale tutti i nodi con Emiliano restano inevasi "mancando ancora l'assessorato al Welfare, che spetta all'Udc, dopo la dipartita di Totò Negro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento