rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Politica

Consorzio di Bonifica del Gargano: nel CdA c'è Rignanese, "eletto" dalla Provincia

Rignanese: "Non vedo l’ora di iniziare questa nuova esperienza, metterò tutto l’impegno possibile per dare ancora il mio contributo al Gargano attraverso questo ente”

Sarà Generoso Rignanese, giovane ex consigliere provinciale, a rappresentare l'ente di Piazza XX Settembre in seno al consiglio di amministrazione del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, che ha rinnovato le proprie cariche eleggendo i nuovi amministratori. La nomina – ratificata con decreto n° 36 del presidente Francesco Miglio – ha messo d’accordo tutta l’amministrazione provinciale, che ha dato il proprio beneplacito e confermato la propria stima all’ex consigliere.

Generoso Rignanese è stato già consigliere comunale di Monte Sant’Angelo e provinciale con deleghe ai Trasporti, Protezione Civile, Formazione professionale ed Aree Protette, poi decaduto dagli incarichi a causa dello scioglimento che ha coinvolto il comune di Monte Sant’Angelo per infiltrazioni criminali. Provvedimento che vede Rignanese del tutto estraneo a qualsiasi vicenda legata allo scioglimento.

L’ente si occupa della difesa del suolo, tutela dell’ambiente e sviluppo dell’agricoltura; il Consiglio di Amministrazione è composto da 7 consiglieri eletti dai consorziati, un consigliere designato dalla Provincia di Foggia ed uno dai comuni del comprensorio. “Questa nomina voluta dall’intera amministrazione provinciale mi lusinga e mi fa pensare che forse ho lasciato un bel ricordo in quegli ambienti, questo me lo dimostrano ogni vola che metto piede a Palazzo Dogana.”, ha spiegato.

“Personalmente conservo un ricordo meraviglioso dell’esperienza in consiglio provinciale sia sotto l’aspetto umano che politico, ringrazio tutta l’amministrazione e chi si è fatto promotore di questa nomina. Il Gargano mi ha dato tanto in questi anni e, durante il mio mandato in Provincia, ho cercato di ricambiare mettendomi completamente a disposizione di quel territorio cercando soluzioni a dei problemi tenuti nel cassetto per troppi anni. Purtroppo ho avuto poco tempo a disposizione a causa delle note vicende che hanno interessato la mia città, ma qualche risultato è stato ottenuto; non vedo l’ora di iniziare questa nuova esperienza, metterò tutto l’impegno possibile per dare ancora il mio contributo al Gargano attraverso questo ente.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio di Bonifica del Gargano: nel CdA c'è Rignanese, "eletto" dalla Provincia

FoggiaToday è in caricamento