Terremoto nel GAL Meridaunia: dimissioni di massa nel CdA, nel mirino la gestione del presidente

Pasquale De Vita, Matteo Cuttano e Angelo Del Buono hanno rassegnato le dimissioni nelle ultime ore. Decadono cda e presidente, lo storico Alberto Casoria. Al centro del malessere la gestione del Gal e un recente bando sul turismo

Terremoto al GAL Meridaunia. Tre consiglieri su quattro del cda si sono dimessi nelle ultime ore. Si tratta di Pasquale De Vita, sindaco di Casalnuovo Monterotaro e rappresentante in seno al Gal delle associazioni datoriali agricole (Confagricoltura nel caso di specie); Matteo Cuttano, di Troia, rappresentante di Confcooperative e delle associazioni di categoria rientranti nel Cnel; Michele Angelo Del Buono, rappresentante della Camera di Commercio di Foggia e degli enti pubblici diversi dagli enti comunali. L’unico a non seguire i colleghi è stato Antonio Tutolo, sindaco di Lucera e rappresentante dei sindaci appartenenti al Gal: nelle prossime ore incontrerà i primi cittadini per capire cosa fare.

Ma da fare ci sarebbe poco. Con le dimissioni di tre consiglieri, il cda sarebbe bello e decaduto. Presidente compreso, lo storico Alberto Casoria, bovinese fondatore del Gal Meridaunia. E sarebbe proprio la sua uscita di scena l’obiettivo finale dei tre dimissionari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stando a quanto filtra, il malessere per la gestione targata Casoria del Gruppo di Azione Locale – formato da 47 soci e che ha come finalità lo sviluppo del territorio dei Monti Dauni attraverso gli innumerevoli programmi comunitari e le innumerevoli risorse che piovono a tal proposito- sarebbe cosa nota da tempo tra gli amministratori. La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso sarebbe stata la recente vittoria di un bando europeo da parte di un congiunto del presidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

  • Chiudono le pompe di benzina e gasolio: si comincia da mercoledì: "Da soli non ce la facciamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento