Il comitato Pro-ospedale incontra i vertici della Sanità per salvaguardare il futuro del "Masselli Mascia"

Tra le iniziative che il comitato "Pro Ospedale" intende sottoporre alle autorità sanitarie anche il cambio della denominazione dell'ospedale Teresa Masselli Mascia in ospedale Teresa Masselli Mascia ospedale dell'Alto Tavoliere

È tornato a riunirsi il comitato permanente Pro-Ospedale al fine di salvaguardare il futuro dell’Ospedale Masselli-Mascia e i servizi a favore dell’utenza dell’Alto Tavoliere. Il comitato dopo un’attenta riflessione a breve incontrerà i vertici delle strutture sanitarie locali al fine di analizzare i servizi all’utenza, approfondire le necessità e i bisogni dei cittadini e promuovere nuove strategie di intervento al fine di potenziare i servizi sanitari locali.

“L’incontro – spiega il consigliere comunale e presidente della IV commissione consiliare socio-sanitaria, Arcangela De Vivo -, alla presenza anche dell’assessore alla Sanità Raffaele Fanelli è servito a fare il punto sulla situazione locale e ad ascoltare i bisogni della comunità rappresentati dalle diverse anime che compongono il comitato”. Tra le iniziative che il comitato “Pro Ospedale” intende sottoporre alle autorità sanitarie anche il cambio della denominazione dell’ospedale Teresa Masselli Mascia in ospedale Teresa Masselli Mascia ospedale dell’Alto Tavoliere.

“L’ospedale Teresa Masselli Mascia – aggiunge il consigliere comunale Arcangela De Vivo – è un presidio che serve l’intero Alto Tavoliere e quindi l’aggiunta della denominazione ospedale dell’Alto Tavoliere è d’obbligo anche nell’ottica di evitare che il nostro nosocomio possa subire depauperamenti sia strutturali che dell’organico medico-infermieristico. Inoltre è necessario tutelare e motivare il personale che già ci lavora. Durante gli incontri con i vertici sanitari ribadiremo che c’è bisogno di seguire non la logica dei numeri ma dei servizi per quello che secondo noi è a tutti gli effetti un ospedale di primo livello”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento