Furto cavi elettrici, Coldiretti: “Imbroccata la strada giusta”

Dopo l’incontro presso la Prefettura di Bari, una prima verifica dell’efficacia delle misure sarà fatta il prossimo 17 ottobre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

A meno di cinque giorni dall’incontro al Viminale e dalle conseguenti sollecitazioni fatte al Sottosegretario agli Interni Mantovano da Coldiretti Foggia, ci sembra che finalmente il grave problema dei furti dei cavi di rame nelle nostre campagne sia stato inquadrato nei giusti termini dalle competenti Istituzioni e si stiano approntando le giuste misure per contrastare il fenomeno”.

Così il Presidente di Coldiretti Foggia Pietro Salcuni il quale prosegue “il fatto che ieri si sia tenuto presso la Prefettura di Bari la riunione monotematica dell’Osservatorio regionale in materia di sicurezza agricola, ai massimi livelli con la presenza dei Prefetti, dei Questori e dei Procuratori della Repubblica delle 6 province pugliesi la dice lunga sul grado di attenzionamento che il sottosegretario Mantovano ha voluto porre al problema”.

Se a questo aggiungiamo il fatto – riferisce il direttore di Coldiretti Foggia Giorgio Donniniche, oltre alla riunione monotematica dell’Osservatorio Regionale si è immediatamente costituito il Gruppo di Lavoro presso la Prefettura di Foggia,  che dovrebbe riunirsi già il prossimo 8 settembre con la presenza di Enel e dell’Assessore Regionale alla Agricoltura, questo dà la esatta percezione che l’azione di Coldiretti ha pienamente colto nel segno e che la sollecitazione fatta all’on. Mantovano ed al vice capo della Polizia Prefetto Francesco Cirillo, suffragata da un corposo dossier che metteva in assolucoldiretti-logo_original-2ta evidenza la estrema gravità del fenomeno per le gravi ripercussioni sul settore agricolo, non poteva lasciare indifferenti le nostre Istituzioni.”

Le polemiche nei confronti dell’Enel apparse negli ultimi giorni sui giornali non ci hanno appassionato e non ci appassionano – prosegue Salcuni -  in maniera inequivocabile Coldiretti ha posto il problema della gravità del fenomeno ai massimi livelli istituzionali, insieme a proposte per eradicare il fenomeno stesso dalla nostra realtà provinciale e ci sembra che i risultati di questi giorni abbiano premiato questo atteggiamento serio e responsabile. Questo ovviamente non ci sottrae dal compito di incalzare l’Enel, come di fatto facciamo già da diversi mesi, perché i ripristini delle linee trafugate avvengano nel minor tempo possibile.

Ringraziamo infine e diamo atto al Sottosegretario Mantovano – conclude Salcuni - di non avere minimamente esitato nel porre subito in essere le prime misure di contrasto; peraltro una prima verifica dell’efficacia delle misure sarà fatta il prossimo 17 ottobre allorquando, accogliendo la richiesta fattagli nel corso dell’incontro al Viminale, Mantovano riunirà presso la Prefettura di Foggia l’ Osservatorio Regionale in materia di sicurezza agricola”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento