Asi Foggia, prorogato il commissariamento. Landella attacca Emiliano: "Predica bene e razzola male, decisione unilaterale"

In merito all'iter di nomina, assicura Landella, "ne valuteremo la legittimità con i legali del Comune, verificando la sussistenza di un eventuale abuso, anche con riferimento alle motivazioni del commissariamento, che appaiono singolari e deboli sul piano della loro consistenza"

Franco Landella

“Ancora una volta il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dimostra di considerare il territorio, gli Enti Locali ed i principi di condivisione delle decisioni una specie di fastidio di cui si può fare volentieri a meno. Ancora una volta il Governatore predica bene e razzola male, peraltro assumendo decisioni unilaterali nel pieno della sua personale campagna per le primarie ed evidentemente in vista della tornata elettorale del 2020".

Così il sindaco di Foggia, Franco Landella, sulla decisione del Governatore della Puglia di prorogare il commissariamento di Asi Foggia. "La nomina dell’ennesimo Commissario per il Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Foggia è un nuovo schiaffo alla nostra comunità. Al Commissario Santi Giuffrè, infatti, succederà Agostino De Paolis, in una logica che esautora i soci del Consorzio dai processi decisionali, nonostante partecipino economicamente al suo funzionamento. Avevo chiesto al Governatore prima delle elezioni comunali di avere rispetto per la volontà dell’Assemblea dei Soci in ordine alla definizione della governance del Consorzio. Un rispetto che il presidente Emiliano ha confermato di non avere, come dimostra la tempistica di un commissariamento disposto in presenza di una riunione dell'Assemblea dei Soci già formalmente convocata per il 10 gennaio 2020 per l'elezione del presidente e del CdA".

"Un iter la cui legittimità valuteremo con i legali del Comune, anche verificando la sussistenza di un eventuale abuso, anche con riferimento alle motivazioni del commissariamento, che appaiono singolari e deboli sul piano della loro consistenza. Nel caso di specie, inoltre, pur avendo la massima stima per la figura e la storia del nuovo Commissario, mi pare si sia lontani dal profilo di cui l’ASI avrebbe bisogno, tanto più essendo alle prese con un piano di riequilibrio di bilancio che avrebbe reso necessarie competenze specifiche e tecniche. Lo affermo nella profonda convinzione che si stiano commettendo degli errori che personalmente contesterò in tutte le sedi competenti, anche attraverso una richiesta di risarcimento danni. Far pagare ai cittadini, quindi ai Comuni, gestioni maldestre come quella dell’impianto di depurazione potrebbe infatti configurare un danno erariale. Tra l’altro non è possibile pensare di utilizzare i soldi dei pugliesi per porre rimedio alla cattiva gestione di un servizio".

"Le conseguenze di questi sbagli, dunque, non possono in alcun modo essere valutate come perdite di bilancio da far ripianare ai soci del Consorzio, ma vanno considerate residui attivi, tanto più perché non si tratta di decisioni assunte dal Consiglio di Amministrazione. I fanghi accumulati provengono da società che hanno scaricato ‘fuori tabella’ e che adesso dovrebbero essere chiamate a rispondere del loro operato anche dal punto di vista economico. Un tema che però non potrà essere discusso analiticamente dall’Assemblea dei Soci, che come detto il commissariamento disposto dal presidente della Regione ha di fatto espropriato del suo ruolo. Un Ente strategico per lo sviluppo di Foggia e della Capitanata non può essere governato con queste modalità, silenziando la voce e calpestando i diritti e la volontà delle rappresentanze del territorio che lo mantengono finanziariamente in vita. È per queste ragioni che annuncio sin d’ora la mia volontà di impugnare sia il bilancio dell’ASI, per le inesattezze che contiene, sia la nomina del nuovo Commissario, per aver impedito all’Assemblea dei Soci di esercitare la propria funzione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento