Lucera, gettoni di presenza: ai domiciliari un consigliere comunale

Finte riunione della commissioni consiliari. Francesco Petrucci, esponente di maggioranza del Pdl è accusato di truffa aggravata e continuata, falsità materiale ed ideologica in atti pubblici

Francesco Petrucci, consigliere comunale di maggioranza del Popolo della Libertà a Lucera e presidente della quarta Commissione consiliare sulle Politiche Sociali è stato raggiunto da una ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, emesso dal gip del Tribunale di Lucera per truffa aggravata e continuata, falsità materiale ed ideologica in atti pubblici aggravata e finalizzata alla riscossione dei "gettoni di presenza".

Il procuratore capo Domenico Seccia, nel corso di una conferenza stampa tenutasi questa mattina, ha illustrato l’intera vicenda. L’inchiesta denominata “Forum” è partita da una notizia apparsa sul forum di un sito in cui un utente riportava un intervento pronunciato in consiglio comunale da un consigliere di minoranza. Acquisiti i tabulati telefonici i militari del Nucleo Operativo della compagnia di Lucera hanno accertato che nell’estate 2010 si tenevano finte riunioni delle commissioni che hanno provocato un danno erariale di 2mila euro per la illegittima riscossione dei gettoni di presenza.

Gli inquirenti hanno scoperto anche che il telefono di Petrucci in quel periodo agganciava le celle di Rimini e Senigallia. Le ricerche proseguono per individuare colui che verbalizzava i finti incontri.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento