rotate-mobile
Politica Centro - Cattedrale / Vicolo Cutino

Sul Teatro del Fuoco irrompe Miglio: "Tutto si sarebbe risolto da tempo se il Comune..."

Il Presidente della Provincia taglia corto: "Tutto si sarebbe risolto se il Comune avesse inteso che con trasferimento di funzioni amministrative in materia di attività culturali si intendono beni, risorse umane e finanziarie"

“Adesso basta, pensiamo alle cose concrete. Non credo che il dialogo tra istituzioni debba essere lasciato solo ad articoli di stampa: se si vogliono risolvere i problemi ci si siede intorno ad un tavolo per discutere serenamente di un tema come quello del Teatro del Fuoco che, scusate il gioco di parole, è sicuramente scottante”.

LEGGI ANCHE: LA LEGGE DELRIO TIENE SULLA GRATICOLA IL TEATRO DEL FUOCO

Così il presidente della provincia di Foggia, Francesco Miglio che sulla gestione del Teatro di vico Cutino intende fare chiarezza: “Ci siamo mossi per tempo, la struttura non ha annullato alcuno spettacolo, l’attività programmata si svolge regolarmente e con deliberazione n.1 del 5 gennaio 2017 ho emanato un atto di indirizzo per la gestione provvisoria del Teatro del Fuoco per i prossimi sei mesi”.

“Tutto questo proprio al fine di assicurare la continuità dell’attività teatrale”, riprende. “Voglio ricordare all’assessore Giuliani che le attuali norme legislative chiariscono i compiti di ciascun ente, gli equivoci e le incomprensioni nascono solo quando ognuno traduce questi dettami di legge in modo diverso. Tutto si sarebbe risolto già da tempo se il Comune di Foggia avesse inteso che quando si parla di trasferimento di funzioni amministrative in materia di attività culturali si intende sempre relative a beni, risorse umane e finanziarie”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul Teatro del Fuoco irrompe Miglio: "Tutto si sarebbe risolto da tempo se il Comune..."

FoggiaToday è in caricamento