Politica Peschici

Luxuria e Scalfarotto a Peschici, FN: "Sindaco complice di disegno innaturale e ingiusto"

La lettera inviata al primo cittadino: "Non afferriamo il senso della manifestazione. Con quei soldi poteva ospitare a Peschici diesci famiglie bisognose"

Una lettera, indirizzata direttamente al primo cittadino di Peschici, in merito alla "Notte Arcobaleno" organizzata proprio nella cittadina a picco sul mare per promuovere ed avviare un dibattito ed un confronto aperto sui diritti e le tutele degli omossessuali.

E’ quella scritta da Forza Nuova per esprimere il dissenso del gruppo in merito all’iniziativa, in programma la notte tra il 29 ed il 30 luglio alla presenza di ospiti illustri quali Vladimir Luxuria, Ivan Scalfarotto e Marco De Giorgi che, tra gli altri, animeranno il convegno "Love is Love: diritti e tutele per le persone omosessuali" che precederà la Notte Arcobaleno.

“Non afferriamo il senso di questa manifestazione, in quanto non ci risulta che in Italia chi non è eterosessuale sia perseguitato da leggi, né gli siano preclusi diritti fondamentali”, si legge nella lettera. “Noi di Forza Nuova siamo d’accordo che i diritti fondamentali non siano negati a nessuno, qualunque sia l’inclinazione sessuale. Il problema, caro Sindaco, è che questa gente vuole essere equiparata alle normali famiglie, che da millenni sono tutelate dalla legge; tutela che nasce in quanto dall’unione di un uomo e di una donna nascono dei figli, cosa che consente al genere umano di continuare la vita su questo pianeta”.

“L’attacco delle 'lobby gay' sul piano legislativo porterà nei prossimi anni all’abolizione della denominazione di padre e madre, che sarà sostituita da un generico genitore”, si legge ancora nella missiva, “e questo aprirà le porte ai matrimoni gay, e successivamente alle adozioni da parte dei gay di bambini, nonché alla possibilità di generarli, tramite le moderne tecnologie. Questo per noi è aberrante”.

“Con il suo patrocinio lei si rende indirettamente complice di questo disegno innaturale e non giusto. Per concludere Sindaco, a nostro avviso, quei soldi pubblici che lei spenderà, e che sono del frutto del sacrificio dei suoi concittadini, per ospitare a sbafo gente della casta superprivilegiata che non ha mai lavorato in vita sua, poteva magari impiegarli per ospitare nella splendida Peschici, le dieci famiglie più numerose e bisognose della Puglia, magari in strutture gestite da peschiciani. Non sarebbe stato tanto di moda e radical-chic, né avrebbe avuto pubblicità sui mass-media, ma avrebbe fatto un’opera meritevole e socialmente più giusta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luxuria e Scalfarotto a Peschici, FN: "Sindaco complice di disegno innaturale e ingiusto"

FoggiaToday è in caricamento