Forza Italia ai senseveresi: "Sappiate che potrete perdere l’ospedale e il Poliambulatorio di via Turati"

Comunicato stampa del coordinatore cittadino di Forza Italia a San Severo, Leonardo Di Tullio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Alla luce di quanto si è visto nell’ultimo consiglio comunale ci sembra che l’amministrazione voglia continuare governare con gli slogan e non con azioni utili a risollevare le sorti della città. Bisogna riconoscere che ci vuole un grande coraggio per presentare le linee programmatiche di mandato con oltre due mesi di ritardo oltre il termine di 120 giorni previsti dallo Statuto comunale e farlo passare come una cosa normale! Qualcuno potrebbe pensare che è una cosa difficile, ma non è affatto così! infatti l’approvazione delle linee programmatiche non è altro che l’atto con il quale si rendono attuative le dichiarazioni degli intenti politici e programmatici presentati in sede di consultazione elettorale. Maturare così tanto ritardo autorizza a pensare che il programma elettorale non c’era, ed allora nascono spontanee le domande: cosa hanno votato gli elettori? … e cosa si aspettano?

Nella situazione attuale è ancor più importante, rispetto al passato, non illudere i cittadini, tenere i piedi per terra, e prima di scrivere un intervento o una azione in una delibera di programma sarebbe opportuno verificarne la fattibilità economica. Poiché nelle linee programmatiche non sono state individuate le risorse necessarie, conoscendo le limitate possibilità economiche del Comune, ci sembra difficile che molte azioni possano essere realizzate. Ma staremo a vedere. Intanto l’amministrazione vive alla giornata cercando di abbozzare interventi o azioni isolate lontane da pianificazioni mirate o da obbiettivi da raggiungere, si dice di voler fare una cosa e si fa tutto il contrario. Non si può affermare di voler mettere al centro i bisogni dei cittadini, di voler individuare spazi adeguati che contengano servizi omogenei per ridurre gli spostamenti dei cittadini e degli addetti e poi, progettare la nuova sede dell’Asl in via Castelnuovo distante anni luce dall’Ospedale. Il che vuol dire lanciare degli slogan e prendere in giro i cittadini. A prendere sul serio la volontà annunciata dall’amministrazione di voler ridurre gli spostamenti e mettere al centro i bisogni dei cittadini ci si aspetterebbe una situazione modello San Giovanni Rotondo con Poliambulatorio e servizi sanitari a pochi metri dall’Ospedale, non una progettazione che aumenta il disagio dei cittadini e condannerà definitivamente la sanità a San Severo in quanto il nuovo assetto comporterà un depotenziamento dell’Ospedale che non fa escludere che saranno murati altri reparti come è già accaduto per il Poliambulatorio di via Turati.

Ci sembra doveroso dare una spiegazione ai cittadini sul futuro che li aspetta, e informarli che questa amministrazione nella stessa seduta consiliare afferma dei principi e subito dopo li smentisce e fa tutto il contrario. È doveroso spiegare che saranno costretti in futuro ad avere dei servizi decentrati, lontani dal centro e soprattutto potranno perdere in via definitiva l’ospedale come il Poliambulatorio di via Turati. Qualcuno potrebbe pensare che siamo contrari al Poliambulatorio, tutt’altro! Siamo dell’avviso che il potenziamento dei sevizi va fatto ma accentrandoli e rendendoli più efficienti, realizzando una gestione più economica e con meno perdite di tempo per i cittadini. E non è sicuramente realizzando il poliambulatorio in via Castelnuovo che sarà possibile ottenere questi risultati. Noi come partito di Forza Italia siamo per la chiarezza e la trasparenza, possono piacere o non piacere le iniziative politiche che portiamo avanti ma sicuramente le decidiamo con la base e le portiamo a conoscenza di tutti. Ed è per questo che condanniamo l’Amministratore Comunale ed il suo gruppo di maggioranza quando decide interventi disastrosi per il territorio all’insaputa dei cittadini e del consiglio comunale, o quando fa proclami sul rispetto delle regole e chiede il potenziamento delle forze dell’ordine per controllare meglio il territorio, e poi come esempio di rispetto delle regole ritarda di oltre due mesi la presentazione delle linee programmatiche di mandato. Il nostro gruppo giovani è indignato per quanto è accaduto nell’ultimo consiglio comunale, e si chiede: ma i consiglieri di maggioranza e di opposizione che hanno votato le linee programmatiche si sono resi conto che oltre ad approvare le linee programmatiche hanno legittimato il ritardo con cui sono state presentate? …e ancora: ciascun consigliere nella propria attività sappiamo che si impegna ad essere puntuale e preciso, come ha fatto a votare a favore senza dire neppure una parola di spiegazione sul ritardo? …. Che tipo di esempio dobbiamo trarre da questo comportamento?

Domande legittime che da genitori è difficile rispondere. Noi unico partito che, partendo da queste considerazioni, ha espresso voto contrario deciso insieme alla nostra base dopo averla adeguatamente informata, continueremo la nostra azione di opposizione per difendere i diritti dei nostri elettori e di tutti i cittadini e proporremo di volta in volta le azioni più opportune.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento