I giovani forzisti foggiani volano a Bruxelles

Alcuni momenti della visita presso il Parlamento Europeo ed uno scatto della cena con la europarlamentare lucerina Barbara Matera

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Una delegazione Foggiana dei giovani di Forza Italia prende il volo ed arriva a Bruxelles. Un viaggio organizzato da Micaela Di Donna candidata alle scorse competizioni regionali e non eletta seppur le oltre 7000 preferenze, che ritiene questo “un viaggio organizzato grazie alla disponibilità concessami dalla europarlamentare Barbara Matera, per alcuni ragazzi già attivi nell’ambito politico come Antonio Quero delegato regionale dei giovani e Michele Russo membro del direttivo provinciale, che si spendono molto sul territorio per il partito, ma anche organizzato per ragazzi ancora lontani dalle vicende politiche ai quali è stata data l’opportunità di conoscere più da vicino una istituzione europea come il Parlamento”.

Il viaggio è iniziato il con un volo da Pescara diretto nella capitale belga. Circa dieci giovani hanno avuto l’opportunità di fare visita al Parlamento Europeo e toccare con mano l’istituzione più importante nel quadro internazionale. Inoltre, agli stessi è stata offerta una cena dalla europarlamentare Barbara Matera, con la quale è stato possibile confrontarsi e parlare di temi anche molto importanti come quello del Gino Lisa, infatti, spiega Michele Russo “con Barbara ho volutamente aperto il discorso riguardante il nostro aeroporto che purtroppo non decolla, e la stessa si è resa disponibile ad affrontarlo, rappresentandoci purtroppo uno scarso interessamento da parte della Regione Puglia, la quale non fa che far rimbalzare responsabilità da una parte e dall’altra senza effettivamente concludere nulla”.

Con i giovani forzisti c’era anche la consigliera comunale Ilaria Maria, la quale è stata invitata a partecipare a questo viaggio. Per lei non è la prima volta che fa visita a Bruxelles, ma, dice “questo viaggio è sempre un piacere farlo, e tornarci da consigliera comunale per me è un orgoglio. Ho immediatamente accettato l’invito, proprio per incontrare Barbara Matera e confrontarmi con lei, considerato che essa riveste il ruolo di vicepresidente della commissione per i diritti della donna e l’uguaglianza di genere ed io sono fresca di delega alle pari opportunità. Ho avuto l’occasione di confrontarmi con Barbara e chiederle consigli e suggerimenti che essa prontamente mi ha dato, inoltre, sta lavorando ad una legge che presto sarà emanata ed ho avuto modo di ricevere in anteprima delle anticipazioni importanti. Chiacchierare con lei è stata per me una occasione di crescita della quale farò tesoro e utilizzerò nel mio lavoro per la collettività di Foggia”.

Una delegazione molto giovane e dinamica quella foggiana, ma soprattutto curiosa e vogliosa di conoscere le istituzioni dice Antonio Quero delegato regionale dei giovani di Forza Italia - che aggiunge “per me è la prima volta che faccio visita a Bruxelles, ho avuto questa occasione e non ho voluto perderla perché credo sia fondamentale conoscere da vicino i luoghi dove si prendono decisioni importanti a livello internazionale. Quando si parla di Europa lo si fa come se si parlasse di qualcosa di astratto, quando vieni qui ti rendi conto delle potenzialità che ha questa struttura. Una macchina perfetta sotto l'aspetto organizzativo, non potrebbe essere altrimenti visto che coordina 28 paesi diversi per cultura e lingua, non potendosi permettere il benché minimo errore. La mia impressione è che le potenzialità ci sono tutte, così come ci sono le capacità e la voglia di fare meglio, ma, questa visita non ha fatto cambiare la mia idea di come l'Europa dovrebbe tornare ad essere quell'organismo fondato sui principi sui quali si è basata la sua creazione, principi di pace, di libertà di circolazione, cooperazione solidarietà e sviluppo. Oggi l'Europa purtroppo rappresenta per molti paesi anche interni un ostacolo non un' opportunità e questo non le rende giustizia. Ha piano piano assunto ed accorpato in se poteri legiferativi che con un contesto europeo come il nostro non si sposano bene. Siamo tutti paesi eccellenti ognuno nel proprio, ma fondamentalmente diversi sotto tanti asppetti. L'Europa è grande ma deve restituire parte della sovranità ai singoli stati membri, oppure, l'unica alternativa (molto difficile da realizzare) potrebbe essere creare un unico governo europeo che garantisca la stessa qualità di vita a tutti senza fare differenze che oggi ci sono. Questa via di mezzo non funziona. W l'Europa si, ma quella che lotta per la pace, per un ambiente sano e per un mercato con più opportunità, non questa che opprime i popoli”.

Un viaggio dunque molto interessante secondo molti punti di vista, dicono alcuni di loro “da Bruxelles rientriamo soddisfatti e arricchiti, vedere da vicino il Parlamento europeo ed entrare nella grande sala dove si riuniscono i parlamentari è stata una emozione, ed inoltre abbiamo conosciuto una città stupenda dove si percepisce molto un senso civico da parte di tutti, un senso civico che auspichiamo possa percepirsi in un futuro imminente anche nella nostra città”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento