Forza Italia scende in piazza contro la sospensione della prescrizione: "La riforma Bonafede danneggia tutti"

In piazza Giordano i rappresentanti foggiani di Forza Italia incontreranno i cittadini per spiegare la riforma 'Bonafede'

Sabato mattina dalle 10 alle 13 Forza Italia sarà in piazza Giordano per incontrare i cittadini e spiegare gli effetti della riforma sulla prescrizione. La riforma “Bonafede” del Movimento 5 stelle prevede, infatti, la sospensione della prescrizione; quell'istituto secondo il quale il reato si estingue una volta trascorso un certo lasso di tempo proporzionato alla gravità del reato stesso. “I 5 stelle ci vogliono convincere che questa riforma serva per velocizzare i processi, quel che si avrà – invece – è l'effetto perfettamente contrario. Qualora dovesse essere approvata questa riforma – avverte l'avvocato Raffaele di Mauro, coordinatore provinciale di Forza Italia, i procedimenti avranno tempi biblici. La prescrizione è infatti un elemento acceleratorio, un pungolo per il sistema processuale. Bonafede vuole curare il male, ovvero la lentezza dei processi, con un male ancor maggiore rendendoli senza tempo e trasformando i cittadini in attesa di giustizia in eterni imputati” conclude il coordinatore azzurro. “La riforma Bonafede danneggia tutti – aggiunge Pasquale Rignanese, coordinatore cittadino di Forza Italia - dalla vittima e dalla collettività che hanno interesse a conoscere in tempi ragionevoli l'accertamento delle responsabilità; all'innocente già danneggiato dall'essere sottoposto ad un ingiusto processo e persino al colpevole che ha diritto nel veder definita in breve la sua vicenda, scontando la sanzione per poi reinserirsi nella società”. Forza Italia ha già presentato la sua controriforma a firma dell'On. Costa. “Con la riforma Bonafede crolla lo stato di diritto in Italia – aggiunge Dario Iacovangelo, consigliere e coordinatore comunale azzurro -, una riforma frutto di un pastrocchio politico fra 5 stelle e Pd il cui unico interesse e mantenere le poltrone, ma che graverà sulla dignità dei cittadini, il cui interesse è quello di avere una giustizia 'giusta e veloce', non una giustizia praticamente 'infinita'.”

“Sono questi solo alcuni dei motivi che ci spingono a scendere in piazza e a confrontarci con i nostri concittadini – concludono all'unisono il coordinatore provinciale e i coordinatori cittadini - su di un tema così importante che non dovrebbe vedere divisioni partitiche ma un'unica voce votata al buon senso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento