rotate-mobile
Politica Ghetto di Rignano

Bagni chimici al Ghetto di Rignano, Nuzziello: "Fine dei disagi per 400 immigrati"

In pochi giorni arriveranno nuove toilette mobili nell'insediamento a nove km da Foggia. Lo assicura il consigliere regionale Anna Nuzziello

Presto avranno termine i disagi per le circa quattrocento persone ospiti del ‘ghetto’ di Rignano. Lo annuncia il consigliere regionale Anna Nuzziello all’indomani della notizia del ritiro da parte della ditta appaltatrice della fornitura dei bagni chimici nell’insediamento alle pendici del Gargano e a nove chilometri da Foggia.

“Il 18 dicembre scorso – ha detto Nuzziello – è scaduto il contratto di fornitura delle toilette con la ditta che fino ad ora ha assicurato questo servizio e che comunque a continuato a fornirlo fino alla scorsa settimana. Gli immigrati presenti, seppur in numero molto minore rispetto alla stagione estiva, stanno risentendo di questo disagio perché costretti a soddisfare i bisogni fisiologici nelle latrine o all’aperto".

"La Regione Puglia aveva immediatamente e rapidamente indetto una gara d’appalto per una nuova fornitura dei bagni chimici, aggiudicata da una nuova azienda. Ho contattato personalmente l'assessore regionale alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva, Guglielmo Minervini, persona molto sensibile a queste tematiche – ha aggiunto la consigliera foggiana - che mi ha garantito che la ditta aggiudicataria dell’appalto, che aveva assicurato il ripristino del servizio al ghetto a breve scadenza è stata nuovamente interpellata e in pochissimi giorni trasporterà nell’insediamento nuove toilette”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagni chimici al Ghetto di Rignano, Nuzziello: "Fine dei disagi per 400 immigrati"

FoggiaToday è in caricamento