Tensione al Comune di Foggia, uomo fa irruzione e 'pretende colloquio' con consigliere. Iaccarino: "Misure di sicurezza o sospendo tutto"

E' accaduto questa mattina mentre era riunita la commissione socio-cultura. L'uomo, vicino ad ambienti mafiosi foggiani, ha più volte intimato ad una consigliera di seguirlo. Per il presidente del consiglio si tratta di episodio gravissimo

“Se non verranno applicate le minime norme di sicurezza a salvaguardia dei consiglieri comunali, la prossima volta sarò costretto a sospendere le attività e a rivolgermi agli altri organi territoriali di Governo”. E’ furioso il presidente del consiglio comunale di Foggia, Leonardo Iaccarino. Questa mattina attimi di tensione presso le commissioni consiliari, dove un soggetto vicino ad ambienti mafiosi foggiani ha fatto improvvisamente irruzione nella commissione socio-cultura, “chiedendo insistentemente di parlare con una consigliera comunale” racconta Iaccarino. In realtà il soggetto, stando alle testimonianze dei consiglieri presenti, sarebbe andato oltre il semplice chiedere di parlare, intimando letteralmente all’amministratore di seguirlo fuori. Cosa che, a quanto si apprende, la consigliera non avrebbe fatto.

Minuti lunghissimi nel corso dei quali la tensione si sarebbe tagliata a fette in corso Garibaldi. E che fanno sbottare Iaccarino: “Il soggetto ha potuto introdursi senza essere identificato né fermato perché nessuno all’ingresso della cancellata e del palazzo presidia le commissioni. Già da tempo il sottoscritto chiede, invano, al comandante della Polizia Municipale di assicurare la presenza di un agente onde evitare episodi poco piacevoli. Che si verificano. Oggi un altro”. Anche molto grave.

“I lavori che si svolgono presso le commissioni consiliari devono necessariamente rientrare in una cornice di serenità ed in taluni casi di riservatezza” continua il presidente del consiglio, che tuona: “Non saranno più tollerati simili episodi dove non si è in grado di identificare i disturbatori e non si limita l'accesso a chi non è interessato alla sola audizione. Qualora non si dovessero garantire i servizi di assistenza e controllo minimi sarò costretto a sospendere le attività e a rivolgermi ad altri organi territoriali di Governo addetti alla sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

  • Scacco matto alla pericolosa 'Banda del Buco', otto arresti tra Foggia e San Severo: i nomi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento