Azienda vuole 700mila euro dal Comune, Mainiero "chiama" il Prefetto: "Valuti incompatibilità del consigliere Longo"

Bruno Longo, all'epoca dei fatti assessore ai Lavori pubblici, era stato condannato al pagamento di mezzo milione di euro (oggi lievitato a quasi 700). La General Costruzioni srl, fallita, chiede i soldi al Comune

Una richiesta formale al Prefetto di Foggia affinché valuti eventuali profili di incompatibilità con la carica di consigliere comunale di Bruno Longo. E’ quanto ha inviato in mattinata a Raffaele Grassi e al segretario generale del Comune di Foggia  l’ex consigliere comunale Giuseppe Mainiero, sottoponendo al rappresentante di Governo e di Palazzo di Città l’esito del giudizio con General Costruzioni srl, che ha condannato in contumacia Longo, già assessore ai Lavori Pubblici, sia nel primo che nel secondo grado, quest’ultimo diventato ormai definitivo atteso che i termini per l’ulteriore ricorso (sei mesi) sarebbero spirati (la sentenza di secondo grado è del dicembre 2018). Il prossimo 25 ottobre è in programma l'udienza con la quale la società (oggi fallita, pertanto con il curatore fallimentare) ha attivato ulteriore procedua tesa alla rivalsa della pretesa economica nei confronti dell'ente attesa la "incapienza"  dell'amministratore. Longo è stato condannato al pagamento di mezzo milione di euro (oggi lievitato a quasi 700).

La vicenda riguarda il giudizio con General Costruzioni, anno 2002. L’impresa trascinava in giudizio il Comune di Foggia per vedersi corrispondere il pagamento delle somme di € 553.871,81 e di € 74.661,37, oltre accessori, “a titolo di indennizzo per l’ingiustificato arricchimento conseguito dall’ente locale in conseguenza dell’acquisizione del servizio di espurgo, trasporto e trattamento di liquami urbani svolti, rispettivamente, in località Borgo Mezzanone dal 1° gennaio 2001 al 30 settembre 2002 e presso il Centro Commerciale Incoronata dal 1° gennaio al 31 dicembre 2003, somme che l’Amministrazione comunale si era rifiutata di corrispondere, adducendo sia la mancanza di validi atti autorizzativi di tali prestazioni e dei relativi impegni di spesa registrati in bilancio, sia l’insuscettibilità, quanto al primo importo, di essere riconosciuto come debito fuori bilancio, rientrando nella competenza territoriale del Comune di Manfredonia”.

Longo era assessore ai Lavori Pubblici. L'azienda, che vantava questo credito, nel frattempo è fallita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

  • Ladri di olive in azione, dipendenti del frantoio fingono di non accorgersene. Irrompono i carabinieri, un arresto e furto sventato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento