Politica Centro - Università / Via Galliani

La legalità conviene: nella lotta al racket, il PD si ispira al 'Modello Ercolano'

Il Partito Democratico di Foggia accoglie Nino Daniele, assessore del Comune di Napoli e presidente dell'associazione antiracket di Ercolano, "padre" di un modello virtuoso di contrasto alle estorsioni

Strategie per combattere il racket: Foggia si ispira al “Modello Ercolano”, che sarà presto presentato dal PD in Consiglio comunale. Il Partito Democratico di Foggia, dunque, avvia il confronto sulla ‘legalità conveniente’ ospitando Nino Daniele, assessore del Comune di Napoli e presidente dell’associazione antiracket di Ercolano, “padre” di questo modello virtuoso.

“La ribellione al racket può e deve diventare anche conveniente per chi si rifiuta di pagare il pizzo”. Ne è convinto Alfonso De Pellegrino, consigliere comunale del Partito Democratico a Foggia, che è l’animatore dell’incontro ‘La legalità conviene – Il ‘Modello Ercolano’ conviene per Foggia’. L’evento è in programma venerdì 6 marzo, alle 17.30, presso la Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte, a Foggia. All’incontro, oltre allo stesso De Pellegrino, vi parteciperanno Raffaele Piemontese, segretario provinciale del PD foggiano, Mariano Rauseo, segretario cittadino del PD, Massimiliano Arena, responsabile Politiche sociali e Legalità della segreteria provinciale del PD foggiano e Gianni Rotice, presidente di Confindustria di Capitanata. Le conclusioni dell’incontro, invece, saranno affidate all’ospite Nino Daniele.

“E’ stato proprio Nino ad inventare il ‘modello’ che proporremo al Consiglio comunale e all’Amministrazione comunale per promuovere un ruolo attivo dell’istituzione cittadina nella battaglia civica contro le estorsioni – continua De Pellegrino – Sinteticamente, si prevedono sgravi fiscali per 5 anni a favore di commercianti e imprenditori che denunciano gli estorsori, nonché protocolli d’intesa con gli istituti di credito per congelare le esposizioni di chi denuncia il racket e prestare le garanzie necessarie a rilanciare l’attività imprenditoriale. Un’iniziativa che è la naturale prosecuzione della proposta lanciata insieme ai giovani candidati del PD foggiano, durante la campagna elettorale, per incentivare, anche economicamente, la ribellione al racket e la denuncia delle intimidazioni”.

“Quello della sicurezza è un tema serio, come dimostrano ulteriormente la recente intimidazione subita da un imprenditore foggiano e l’esplosione di una bomba all’interno di una palazzina – afferma il segretario provinciale Raffaele Piemontese – Un tema su cui vogliamo costruire convergenze politiche e amministrative offrendo il nostro contributo alla definizione di una strategia ampiamente condivisa tra le forze politiche e le istituzioni territoriali e statali. Per questa ragione proporrò agli amministratori ed ai consiglieri comunali del PD di promuovere l’adozione del ‘modello Ercolano’ – conclude Raffaele Piemontese – per sostenere ed incentivare la positiva tensione territoriale a costruire reti e prassi civiche capaci di fare argine alla diffusione del racket e di aumentare la solidarietà verso le vittime insieme alla partecipazione attiva dei cittadini al radicamento della cultura della legalità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La legalità conviene: nella lotta al racket, il PD si ispira al 'Modello Ercolano'

FoggiaToday è in caricamento