Carlantino: presto servizi di fisiatria e fisioterapia

Il sindaco D’Amelio: “Moderatamente soddisfatti, è un passo in avanti”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

 

A Carlantino saranno attivati gratuitamente i servizi di fisiatria e fisioterapia grazie alla “Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio - Onlus” di San Giovanni Rotondo. La fondazione garantirà le prestazioni di fisiatra e fisioterapista a domicilio grazie a una convenzione stipulata con il Servizio Sanitario Nazionale. “Questo servizio è un primo passo che allevia i disagi della popolazione – ha dichiarato Dino D’Amelio, sindaco di Carlantino – Siamo moderatamente soddisfatti perché anche in campo sanitario comincia a muoversi qualcosa”.

Il servizio di riabilitazione domiciliare verrà offerto a pazienti con patologie di anca, femore, ginocchio, pazienti con esiti di ictus cerebrale e a pazienti affetti da malattie degenerative del sistema nervoso. A queste persone, restando nella propria abitazione e nel proprio ambito familiare, sarà permesso di usufruire dell’assistenza necessaria per migliorare il decorso riabilitativo. Il servizio sarà attivato grazie alla richiesta del medico curante che prescriverà le prestazioni necessarie per il paziente. La fondazione, ricevute le richieste del medico di base, metterà a disposizione i propri specialisti per effettuare le prestazioni a domicilio. “Si tratta di un servizio assolutamente necessario – ha dichiarato Ivana D’Amelio, vice-sindaco di Carlantino – A Carlantino abbiamo almeno una ventina di pazienti che devono ricorrere alle cure di un fisioterapista e che sono costrette a eseguirle privatamente con un notevole esborso di denaro”. 

Ad oggi nel comune carlantinese è garantita solo la presenza del pediatra e, in maniera occasionale, del ginecologo. Vista la percentuale di persone anziane e di cittadini con gravi carenze di mobilità, gli amministratori avevano richiesto, nei mesi scorsi, proprio la figura del fisioterapista anche se sarebbero necessarie anche quelle del cardiologo, del diabetologo, dell’urologo e del neurologo. L’aspetto importante, tuttavia, è che almeno un passo è stato compiuto. D’Altronde, l’amministrazione comunale di Carlantino non chiede la presenza fissa degli specialisti ma almeno una presenza con frequenza settimanale.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento