La Puglia leader nella produzione del pomodoro, ma aumentano le importazioni: "Serve un piano di rilancio"

I deputati pugliesi Mongiello, Ginefra e Grassi hanno presentato una risoluzione in Commissione Agricoltura per sollecitare l’intervento del Governo: “La filiera del Sud è a rischio nonostante il ruolo da leader dell’Italia”

"La filiera meridionale del pomodoro ha necessità di un piano strategico di rilancio, fondato sull'accordo interprofessionale e la tracciabilità del prodotto". Lo affermano i deputati pugliesi del Partito Democratico Colomba Mongiello, Dario Ginefra e Gero Grassi che hanno presentato una risoluzione in Commissione Agricoltura con l'obiettivo di "sollecitare l'intervento del Governo ad adottare una forte iniziativa a livello nazionale e comunitario per favorire il superamento delle difficoltà del comparto a livello produttivo e commerciale".

Secondo i parlamentari del Pd l’intera filiera del Sud sarebbe a rischio, nonostante l’Italia ricopra un ruolo fondamentale nel campo della produzione e trasformazione del pomodoro: “Il Sud, grazie soprattutto alla provincia di Foggia, è il principale bacino produttivo. Con 200 imprese e 15.000 addetti il comparto fattura 750 milioni di euro solo nei Paesi dell'UE; eppure le importazioni, particolarmente quelle dalla Cina, continuano ad aumentare, mettendo a nudo le criticità che stanno determinando la fuga dei produttori. Particolarmente a rischio è l'intera filiera del Sud composta da decine di migliaia di agricoltori e quasi un centinaio di stabilimenti di trasformazione, per un giro d'affari annuo compreso tra 1,5 e 2 miliardi di euro”.

“Ciò che serve – continuano Mongiello, Ginefra e Grassi – è la costruzione di un'organizzazione interprofessionale, così come previsto dalle normative comunitarie, che metta insieme tutti gli attori della filiera con l'obiettivo di sviluppare misure utili a risolvere le criticità, a partire da quelle legate all'accordo sul prezzo della materia prima, e a fare crescere e rendere maggiormente competitive le produzioni agricole ed i prodotti trasformati”.

“Intervenire con un'azione strategica a sostegno della filiera è anche utile a rafforzare e valorizzare il Made in Italy - concludono i parlamentari pugliesi del PD - a combattere le speculazioni ai danni degli agricoltori e assicurare acquisti convenienti alle famiglie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le importazioni mettono in fuga i produttori. L’allarme del Pd: “Filiera del Sud a rischio, subito un piano di rilancio”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento