menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

La Fase 2 come opportunità per Foggia, scattano le proposte: piste ciclabili, abolizione della Cosap e nuovi tempi del commercio

Il segretario cittadino del PD, Davide Emanuele, insieme ai consiglieri comunali: "Abbiamo l'opportunità di modificare in meglio stili di vita e organizzazione della comunità"

L'emergenza economica e sociale si affronta e si supera trasformandola, per quanto possibile, nell'opportunità di modificare in meglio i nostri stili di vita e l'organizzazione della nostra comunità.

Ne sono convinti nella segreteria cittadina del PD, dalla quale si lancia un pacchetto di proposte: zone pedonali, piste ciclabili e domeniche ecologiche per la mobilità urbana; abolizione della Cosap, semplificazione burocratica e nuovi tempi della città per le attività commerciali. 

"La Fase 2 deve essere organizzata con cura e l'Amministrazione comunale ha il compito e la sfida di fare quanto possibile per agevolare la ripresa della vita quotidiana ed economica della città coniugandola con la tutela della salute e la prevenzione dei rischi di nuovi focolai", spiegano in una nota congiunta il segretario cittadino Davide Emanuele e i consiglieri comunali Lino Dell'Aquila, Lia Azzarone, Franceso De Vito, Michele Norillo e Anna Rita Palmieri.

"Una responsabilità, quest'ultima, che ciascun cittadino ha il dovere civico di assumere come propria continuando a rispettare le norme di prevenzione della diffusione del contagio come fatto, con grande senso di partecipazione e spirito di sacrificio, dall'inizio del lockdown ad oggi. Distanziamento sociale, mascherina, guanti, prudenza e accortezza sono indispensabili a tutelare la propria e la salute di chi vive e lavora con noi", continuano.

"In più, tutti dobbiamo assumere consapevolezza che un'altra chiusura generalizzata genererebbe una crisi economica e occupazionale ancora più drammatica di quella che stiamo vivendo. Per tutte queste ragioni, riteniamo indispensabile ripensare l’organizzazione della città utilizzando le norme sul distanziamento sociale per modificare positivamente la mobilità urbana e la relazione tra la città e le attività commerciali - bar, pub e ristoranti - che più di altre alimentano la socialità negata dal lockdown e che vogliamo riguadagnare", concludono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento