Fallimento Amica, Prc: “Sentenza irricevibile”

Questa sentenza decreta che le gestioni precedenti, a cominciare da quelle sotto le giunte di Agostinacchio, hanno creato dei buchi di bilancio enormi, di cui la dirigenza di AMICA porta tutta la responsabilità

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

prc_original-2COMUNICATO STAMPA - "Che il tribunale decretasse il fallimento di AMICA era una possibilità presa in considerazione, ma il comportamento del commissario nominato dal tribunale e la sua relazione, peraltro censurata dal Ministero dello Sviluppo Economico, ha creato le condizioni favorevoli perché ciò avvenisse.

Non vogliamo commentare questa sentenza, per noi irricevibile, vogliamo solo invitare il Sindaco a percorrere la strada della costruzione, o della ricostruzione se possibile, di un’azienda per la raccolta dei rifiuti che abbia come fine il loro riciclo totale perché solo su questa base si può pensare di offrire alla città un servizio pubblico di qualità che garantisca anche gli attuali livelli occupazionali.

Questa sentenza decreta, se ce ne era bisogno, che le gestioni precedenti, a cominciare da quelle sotto le giunte di Agostinacchio, hanno creato dei buchi di bilancio enormi, di cui la dirigenza di AMICA porta tutta la responsabilità, e la scelta di affidare a vice prefetti il rilancio dell’azienda non ha dato i frutti sperati. E’ questa l’unica autocritica che sentiamo di farci, perché sostenitori della maggioranza che governa la città, ben sapendo che i dirigenti di AMICA avuti in eredità dalla giunta Ciliberti, ci hanno consegnato un’azienda che ha dissipato il capitale sociale, accumulato debiti insostenibili che hanno esposto al rischio di dichiarazione di dissesto economico la città e che hanno lasciato l’azienda senza una dirigenza capace di gestirla quotidianamente.

Nell’esortare il Sindaco a percorrere tutte le strade possibili affinché questa sentenza sia riformata, e AMICA sia ammessa all’amministrazione straordinaria, confidiamo che l’amministrazione comunale si faccia assistere, come annunciato, da esperti di provata esperienza e competenza sia per quanto riguarda gli aspetti legali, sia per la revisione e l’integrazione del piano industriale per il suo rilancio."

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento