Assicuratore taglieggiato, De Pellegrino bada al sodo: "Chi denuncia va premiato"

Racket delle estorsioni. De Pellegrino: “Va premiato il coraggio di chi denuncia, ma Landella preferisce chiacchiere e strette di mano al ‘modello Ercolano”

Alfonso De Pellegrino

Altro che chiacchiere, strette di mano e comunicati stampa; per Alfonso De Pellegrino è arrivato il momento di prendere in seria considerazione la proposta del Partito Democratico di attivare il 'Modello Ercolano', che per tre anni prevede l’esenzione totale dal pagamento dei tributi locali, a vantaggio di chi denuncia e collabora all’arresto-condanna di estorsori e usurai. 

Il consigliere comunale ripropone il modello di Nino Daniele nel giorno della notizia dell'arresto di un 25enne accusato di aver minacciato e intidimidito un assicuratore, anche a colpi di pistolettate e bombe. “Il coraggio dell’assicuratore che ha denunciato l’estorsore di cui era vittima deve essere premiato, perché a lui ed a quanti sono nelle sue stesse condizioni sia ancora più chiaro che la legalità conviene. L'assicuratore  - che ha scelto di affidarsi allo Stato e non di pagare il pizzo - ha subito danni psicologici e materiali di cui la collettività deve farsi carico".

L'esponente del Partito Democratico aggiunge: "Ho personalmente depositato la proposta presso la presidenza del Consiglio comunale e sono ancora in attesa di sapere se e quando sarà iscritta all’ordine del giorno per la sua discussione e, spero, la sua approvazione. L’appello pubblico rivolto al sindaco è, purtroppo, caduto nel vuoto. Evidentemente Landella ritiene che la sua funzione istituzionale si esaurisca con qualche chiacchierata, un paio di strette di mano e un comunicato stampa"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alfonso De Pellegrino prosegue: "Il 20 aprile dovrebbe riunirsi il Consiglio comunale e, insieme ai colleghi della minoranza Marasco, Buonarota, Sciagura e Cassitti, sono pronto a chiederne l’esame. Il sindaco sosterrà questa iniziativa?". E conclude: "Quanto sta accadendo in città impone di passare dalle parole ai fatti. Il sindaco e il centrodestra hanno il dovere politico e amministrativo di dirci cosa intendono concretamente fare contro il racket e l’usura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento