Il Gadd sull’assegnazione dei fondi per la riqualificazione urbana

Il GADD si chiede, e chiede, come sia stato possibile essere esclusi dal finanziamento regionale e se risponde al vero che l’esclusione dipenda dal ritardo con cui è stata presentata la domanda di ammissione al bando

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

"Il gruppo Amici della Domenica (GADD) con profonda amarezza e grande indignazione ha appreso che la città di Foggia è rimasta esclusa dal bando regionale per l’assegnazione dei fondi per la riqualificazione urbana.

Il Comune di Foggia ha così perso 7mln di euro che avrebbero permesso alla nostra città, in ginocchio sul piano economico finanziario, di avere ossigeno per respirare e per dare lavoro al comparto edile e a tutto l’indotto non più per far andare in espansione la città, ma per riqualificare zone degradate della stessa.

Il GADD si chiede, e chiede, come sia stato possibile essere esclusi dal finanziamento regionale e se risponde al vero che l’esclusione dipenda dal ritardo con cui è stata presentata la domanda di ammissione al bando.

Nel caso fossero vere le notizie, il GADD chiede all’amministrazione comunale quali azioni intenda mettere in atto per cercare di recuperare i fondi perduti e quali azioni amministrative intenda prendere nei confronti di eventuali mancanze da parte degli organi tecnici che doveva seguire il procedimento amministrativo.

Stanchi della situazione in cui versa la nostra città, il GADD continuerà ad impegnarsi per accendere i riflettori a chiedere conto e ragione a chi non ha operato come avrebbe dovuto per far risalire la nostra comunità dalla china scivolosa su cui sta camminando.

Il GADD richiama tutti all’etica della responsabilità, impegnando per primi i propri membri, come ha fatto e fa, a quell’etica della responsabilità che fa ognuno di noi cittadini con il compito di vigilare per garantire ai propri figli di non dover più fuggire da Foggia".

Torna su
FoggiaToday è in caricamento