Referendum Energas: il capogruppo sipontino di Forza Italia punta il dito contro Emiliano

Cristiano Romani: “Non è assolutamente finita, tuttavia, qualora dovessimo fermarci lo sarà sicuramente!”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Sulla vicenda Energas, Cristiano Romani, punta il dito contro Michele Emiliano: “Ha recentemente dichiarato, "...sebbene i vari permessi siano stati accordati..." salvo poi, arrivare a Manfredonia e dichiarare l'importanza del referendum cittadino sull'Energas, dimenticando che quest'ultimo è stato possibile farlo grazie al cosiddetto "inciucio" tra PD e Forza Italia in Consiglio comunale, con disappunto e voto contrario dei pentastellati autoctoni i quali, con comunicati stile prima repubblica, salgono sul carro dei vincitori proclamandosi veri artefici del successo con l'endorsement, per dirla all'Americana maniera, del presidente Emiliano il quale da vero volpone della politica, ha reso al miele l'azione dei cinquestelle in regione e non solo! Ma questa è altra storia.

Prosegue e conclude il capogruppo in Consiglio comunale di Forza Italia: “Resta il fatto che, oggi più che mai, la partita si gioca al Ministero dello Sviluppo Economico ed Emiliano lo sa! Consiglio, a questo punto, di porre in essere un'azione di plagio lì nei piani alti del Palazzo al fine di scongiurare l'istallazione del megadeposito di GPL nel nostro territorio magari con l'aiuto di parlamentari del nostro territorio. Non è assolutamente finita, tuttavia, qualora dovessimo fermarci lo sarà sicuramente!”

Torna su
FoggiaToday è in caricamento