Mongiello: "Grave e preoccupante la situazione di Amica"

“Se qualcuno pensa di poter mestare nel torbido o di trarre qualche convenienza dalla messa in ginocchio della città, è bene che si disilluda.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Colomba Mongiello, senatrice foggiana del Partito Democratico, esprime grave preoccupazione ed allarme per le vicende che riguardano l´Amica, azienda pubblica di cui è stata per poco più di un anno presidente.

A destare preoccupazione e sconcerto è innanzitutto la situazione della città, con un degrado visibile ed una sempre più preoccupante condizione igienico-sanitaria. L´incremento della Tarsu, a cui il Comune è costretto dai tagli lineari del ministro Tremonti e del Governo, rischia di avere un effetto paradossale nei confronti dei cittadini, rispetto ai quali non si garantisce non diciamo il miglioramento, ma almeno il mantenimento dei livelli minimi di servizio”-

Ma è ancora più allarmante” sottolinea Colomba Mongiello “che in una situazione così grave ci siano episodi, come quello della sottrazione delle chiavi per avviare i mezzi, che rendono ancora più complicata e critica l´erogazione del servizio. C´è chi gioca al ‘tanto peggio, tanto meglio´?” si chiede la senatrice foggiana. “Se qualcuno pensa di poter mestare nel torbido o di trarre qualche convenienza dalla messa in ginocchio della città, è bene che si disilluda.

Sappiamo che le forze dell´ordine e la magistratura stanno lavorando alacremente su questi argomenti, e ci auguriamo che i lavoratori ed i sindacati aziendali siano in prima linea nell´aiutarli in quest´opera” conclude Colomba Mongiello “il nostro pieno appoggio alla coraggiosa azione di risanamento intrapresa dal sindaco Mongelli e la nostra vicinanza alle sorti dell´azienda e delle sue maestranze, hanno come condizione preliminare il ripristino della legalità e il ritorno alla normalità del servizio, contro ogni irresponsabile boicottaggio”.

 
 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento