Emergenza rifiuti, Francesco D’Emilio: "Urge incontro con il prefetto"

Pdl e minoranza bacchettano l'amministrazione di centrosinistra "Sull'emergenza rifiuti troppi sprechi e nessuna programmazione industriale"

L’emergenza legata alla raccolta dei rifiuti spinge il capogruppo consiliare del Pdl Francesco D’Emilio a puntare il dito contro l’amministrazione targata Mongelli ormai al collasso e non in grado di garantire i servizi municipali minimi”.

Le condizioni in cui versa l’Amica Spa sono speculari a quelle del Comune, visto che la ex municipalizzata è ormai praticamente collassata: alla grave carenza di liquidità cui fa da contraltare una drammatica situazione debitoria, si aggiungono la mancanza di mezzi per la raccolta, ridotti a soli cinque side loader e sei mezzi a carico posteriore, di cui tre a noleggio, mentre tutti gli altri mezzi sono inutilizzabili” denuncia D’Emilio.

Per l’esponente del Pdl mancherebbe una programmazione industriale efficiente e ci sarebbero invece troppi sprechi perpetrati negli anni: “l’acquisto preventivo nel 2008 di un grosso quantitativo di bidoni per la raccolta differenziata tuttora inutilizzati: la somma di 500.000 euro che doveva essere finanziata dalla Comunità Europea è stata invece pagata con i soldi dei cittadini ma la differenziata non è mai partita”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per questo - conclude D’Emilio - Pdl e Puglia Prima di Tutto, coadiuvati dagli altri partiti di minoranza, chiedono di essere ricevuti con urgenza dal prefetto per un necessario confronto su questo grave problema che sta assumendo contorni sempre più drammatici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento