menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La crisi idrica non si arresta, famiglie foggiane inviperite: con l’arrivo del Natale come si fa?

La popolazione foggiana aumenta di diverse migliaia di persone, per cui Consalvo Di Pasqua chiede al sindaco e all’assessore di rivolgersi all’Acquedotto Pugliese

La mancanza di acqua che da alcune settimane si verifica in città a causa della scarsità di piogge, così come comunicato recentemente dai vertici della società Acquedotto Pugliese SpA che ha provveduto alla riduzione della pressione, sta creando notevoli disagi alle famiglie residenti ai piani alti delle abitazioni, nelle scuole di ogni ordine e grado (dove anche l’accensione dei termosifoni ne risente a causa della penuria dell’acqua), negli uffici pubblici e nelle attività commerciali cittadine.

In considerazioni del fatto che nel periodo natalizio la popolazione foggiana aumenta di diverse migliaia di persone e che non sembra esserci una fascia oraria in cui viene garantita l’erogazione idrica, con le conseguenti difficoltà di chi non è in possesso di un’autoclave, Consalvo Di Pasqua, capogruppo a Palazzo di Città di Forza Italia, chiede al sindaco di Foggia e all’assessore ai Lavori Pubblici di attivarsi presso i vertici di AQP e di chiedere se vi siano fasce orarie in cui è garantita l’acqua e maggiori garanzie circa il ripristino della pressione almeno di giorno. In più se le piogge che si sono verificate negli ultimi giorni abbiano lenito la crisi idrica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento