Rauseo e Piemontese tornano da Bari con i tre punti: confermati gli otto della lista

Nulla da fare per Sergio Clemente e Francesco Di Noia nel PD. Il consigliere regionale uscente dovrebbe correre con la lista 'Emiliano Sindaco di Puglia', mentre c'è il "no" del segretario provinciale dei GD

Rauseo e Piemontese

La lista foggiana del Partito Democratico passa nonostante i tentativi disperati della direzione regionale di rimescolare le carte e di convincere le segreterie di Rauseo e Piemontese, a inserire tra gli otto candidati che tenteranno la scalata a via Capruzzi, anche l’attuale consigliere regionale Sergio Clemente e il segretario dei Giovani Democratici di Capitanata, Francesco Di Noia, al quale non è bastata la mozione presentata dal segretario regionale dei GD, Stefano Minerva.

Confermato anche il segretario provinciale del PSI, Michele Santarelli, che correrà regolarmente insieme a agli esponenti di Foggia, Raffaele Piemontese e Patrizia Lusi, al manfredoniano Paolo Campo, al cerignolano Michele Longo, al sangiovannese Matteo Masciale, la neuropsichiatra infantile di San Severo, Lucia Russi e l’avvocato di Lucera, Maria Rosaria De Muzio.

Che i segretari foggiani avrebbero portato a casa i tre punti lo si era capito dalle parole di Michele Emiliano espresse a mezzo stampa proprio mentre era in corso la direzione regionale. Il candidato alla presidenza della Regione Puglia aveva anticipato quale sarebbe stato l’esito della seduta, invitando Di Noia a cogliere l’opportunità di candidarsi in una delle sue liste civiche. Invito poi declinato. Ha accettato, ma chiedendo la delega a restare nel partito all’indomani delle votazioni, Sergio Clemente. Avrebbe detto sì anche Angelo Benvenuto.

Dopo settimane calde, tumultuose, di dibattiti accesi e scontri senza esclusione di colpi, il dado è tratto. Prima prova superata, ora tocca ai candidati dem lavorare per portare a casa il risultato più importante: l’elezione a consigliere regionale di almeno due degli otto candidati; risultato a portata del PD ma che Clemente aveva messo in discussione nel corso di una conferenza in cui aveva rivendicato l’importanza del suo ruolo e i numeri che gli erano valsi la riconferma a Palazzo di Città e la nomina a capogruppo del Partito Democratico: “Così scatta un solo consigliere” disse.

Conti alla mano, i numeri per eleggerne due, e in scioltezza, ci sarebbero. Ma in politica, come nella vita, non si può e non si deve mai dare nulla per scontato. I favoriti alla corte di Emiliano sono pronti a darsi battaglia. Che la sfida abbia pure inizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento