De Leonardis capogruppo a Bari, il PD sceglie il tarantino Mazzarano

Giannicola De Leonardis nominato capogruppo del Movimento Schittulli-Area Popolare. Michele Mazzarano capogruppo del PD

Giannicola De Leonardis

Giannicola De Leonardis è stato nominato capogruppo in Consiglio regionale del movimento Schittulli-Area Popolare: “Desidero vivamente ringraziare i vertici nazionali e regionali del partito, il sen. Massimo Cassano, il prof. Francesco Schittulli, i colleghi consiglieri regionali Luigi Manca, Luigi Morgante e Giovanni Stea, per la fiducia riposta nei miei confronti e per la decisione di affidarmi il compito di rappresentare il gruppo in Consiglio regionale” queste le prime parole a caldo di De Leonardis.

Il consigliere regionale foggiano aggiunge: “Un ruolo che intendo esercitare con piena convinzione e determinazione, esprimendo un’opposizione costruttiva e intransigente al tempo stesso nell’esclusivo interesse della Puglia e dei pugliesi, che hanno bisogno di una marcata discontinuità con il recente passato e di una decisa inversione di tendenza in particolare nelle politiche che hanno determinato una preoccupante caduta libera in comparti di importanza strategica. E nella consapevolezza della necessità di una ritrovata unità del centrodestra in Puglia intorno a programmi, valori e un’azione incisiva in grado di riavvicinare i cittadini alla politica e alle istituzioni, e rappresentare per i nostri elettori una chiara e valida alternativa di governo, in continuità con stagioni ed esperienze amministrative felici e dai risultati ben diversi e lontani da quelli prodotti dal centrosinistra. 

E conclude ringraziando tutti: “Un ulteriore e sentito ringraziamento va ovviamente a tutti voi, che con il vostro consenso, il vostro entusiasmo, la vostra partecipazione e vicinanza, il vostro affetto mi avete permesso di tornare in Consiglio Regionale in rappresentanza di un territorio che amo e della sua gente. Un abbraccio.

Non sarà Paolo Campo, invece, a rappresentare il gruppo dei democratici in via Capruzzi. Questo compito spetterà al tarantino Michele Mazzarano. Per l’on. Michele Pelillo si tratta di “un'indicazione che premia la capacità politica e di relazione istituzionale del consigliere Mazzarano e rafforza il legame con il territorio ionico e con il Pd a livello locale. A Michele Mazzarano rivolgo l'augurio affinché possa continuare a far bene per la provincia di Taranto e per la Puglia, nell'ottica di un costante dialogo con la base e con i livelli regionali e nazionali”. Il consigliere regionale di Manfredonia – come anticipato nelle settimane scorse – è in lizza per la segreteria regionale.

Questa invece la dichiarazione del neo capogruppo PD alla Regione Puglia: "Tutti i consiglieri regionali del Pd mi hanno scelto per la guida del gruppo. Tra questi, soprattutto Fabiano Amati ha voluto sottolineare il suo personale sostegno alla mia candidatura. Io e Fabiano siamo amici e questa vicenda rafforzerà la nostra amicizia. Il suo lavoro sarà indispensabile per il Pd e per l'azione del governo regionale. Le sue qualità di amministratore e legislatore sono note a tutti. In questa vicenda vedo un segnale forte di riconoscimento verso Taranto, la mia terra meravigliosa, lacerata e sofferente. È una dimostrazione ulteriore, della volontà del Pd e del Presidente Emiliano, di fare di Taranto la piattaforma strategica più importante della Puglia. Noi dobbiamo sostenere e rilanciare tutti i giorni il cambiamento profondo che Michele Emiliano ha in mente.  Dobbiamo avvicinare la Regione ai Pugliesi. Le elezioni ci hanno detto che il fossato tra Istituzione e cittadini si sta allargando pericolosamente. E allora servono gesti piccoli e grandi per colmare questo fossato. Piccoli come il mio gesto di rinunciare all'indennità di funzione. Questi piccoli gesti possono servire alla politica a ricostruire una credibilità perduta e a non dimenticarci mai della sofferenza profonda che vive la società. I grandi gesti come una efficace attività legislativa di contrasto alla povertà e di promozione sociale per allargare i cantieri della cittadinanza. Sarà un lavoro che dovrà vivere del contributo e della partecipazione del nostro popolo. Solo un costante confronto dal basso potrà consentirci di fare il bene della Puglia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento