menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'incontro

Un momento dell'incontro

Sereni e Scalfarotto per Lusi, ma la protesta della scuola fa 'irruzione' nel comitato

La capolista del Pd ha precisato: "Ringrazio quanti hanno ritenuto me e il mio programma degni di attenzione. Le questioni del mondo scuola vanno affrontate nelle sedi istituzionali e con i rappresentanti preposti per competenza"

La protesta degli insegnanti si è fatta sentire. Il malcontento dei docenti nei confronti del Ddl Scuola del Governo Renzi è entrato nella sede del comitato elettorale del PD e ha fatto irruzione in occasione del convegno "Una nuova politica per la Capitanata e per la Puglia", alla presenza di Marina Sereni (vice presidente della Camera) e Ivan Scalfarotto (sottosegretario alle Riforme), entrambi a Foggia per sostenere la candidatura al consiglio regionale della puglia della capolista del Partito Democratico, Patrizia Lusi.

In merito alle polemiche sul Ddl Scuola, Lusi ringrazia “quanti hanno ritenuto il mio programma degni della loro attenzione”, ma ribadisce che “le questioni del mondo scuola vanno affrontate nelle sedi istituzionali e con i rappresentanti preposti per competenza. Siamo lieti di essere stati coinvolti in una importante discussione che il partito democratico affronterà organicamente". Tornando sul piano esclusivamente elettorale, invece, la vicepresidente della Camera ha difeso la scelta di Emiliano: "La scelta di sei capolista donna ha grande valore politico".

"Emiliano - precisa Sereni -  con la sua scelta, ha dimostrato il coraggio e l'autorevolezza di voler riequilibrare una legge elettorale orrenda. Dobbiamo sostenere Patrizia Lusi per le capacità politiche e professionali e perché abbiamo bisogno di più donne come lei in Consiglio Regionale". Ad aprire i lavori, il dirigente Pd di Foggia, Giuseppe D'Urso che ha focalizzato la sua attenzione sul tema spinoso dell’astensionismo: "Dobbiamo convincere gli indecisi, portare a votare più gente possibile. Dobbiamo aiutare Emiliano a diventare presidente della Regione Puglia e Lusi a diventare autorevole riferimento del territorio in seno alle istituzioni pugliesi. Patrizia rappresenta il nuovo del Pd".

Le conclusioni dell’evento sono state affidate, invece, al sottosegretario alle Riforme, Ivan Scalfarotto: "Conosco Patrizia da quando era bambina. E, nel suo caso, anche a occhi chiusi, anche a costo di mettere le mani sul fuoco, inviterei a votare per lei. Il Pd va orgoglioso di lei, della sua passione politica, delle sue competenze, delle sue qualità umane. Votiamo Patrizia Lusi perché il consiglio regionale ha bisogno di donne come lei. Chi ha rivolto a Patrizia parole vergognose come "da catalogo postalmarket" e altre, oltre a non conoscerla, ha dimostrato di non avere il minimo rispetto per le sue qualità e le sue competenze".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento